Castellammare, il torroncino della tradizione

893

(Foto Genny Manzo)

Un torroncino del “Gran Caffé Spagnuolo” (Foto Genny Manzo)

Il torroncino a forma di cuore, rettangolare o di altre forme geometriche e tra le più svariate dimensioni e qualità artigianali, si va dal morbido ai gusti di caffè, gianduia, nocciola, pistacchio, limone, croccantino al rhum, marron glaces, misto crema; a quelli duri torrone caramellato o bianco con mandorle e nocciole, torrone bianco con miele, mandorle, nocciole e pistacchi, martiniani con granella di zucchero. Nella ricorrenza del primo novembre di Ognissanti, si ripete come fatto esclusivo e storico nella cultura e tradizione della cittadina di Castellammare di Stabia. Ogni fidanzato, marito, papà o figlio regala alla propria fidanzata, moglie, mamma o figlia, con una dedica personalizzata che, tra le più fantasiose, riesce a fornire al venditore del torroncino della tradizione stabiese. La scritta può contenere: dediche, nomi, date di anniversari da ricordare o qualsiasi altra frase benaugurante. Un’usanza che si ripete ogni anno, di questi tempi, da oltre 150 anni.

GMF

Lascia una risposta