Avellino: online l’avviso pubblico per il workshop “Traduzioni”

0
3

galStudenti, designers, makers, architetti, artigiani, creativi a raccolta ad Aquilonia (Avellino) per la prima edizione del Workshop “TRADUZIONI” – DESIGN COME PROCESSO DI RIGENERAZIONE, ideato da +tstudio/rihabitat con l’obiettivo di diffondere e innovare il patrimonio di sapienze artigianali sedimentate in Irpinia, attraverso l’interazione con il design e l’arte contemporanea.
E’ online al seguente link l’Avviso Pubblico rivolto a chiunque voglia approfondire l’esperienza di misurarsi con la complessità e le opportunità del mondo del design processuale e dell’arte contemporanea e di acquisire una nuova prospettiva operativa, con il supporto di professionisti internazionali.

L’iniziativa è promossa e finanziata dal GAL Consorzio CILSI, in attuazione degli interventi previsti nel Piano di Sviluppo Locale “Terre d’Irpinia” (ASSE 4 del PSR Campania 2007/2013 – Azioni specifiche Leader) e in collaborazione con Confartigianato Avellino e il Comune di Aquilonia (AV).

Tema del workshop, organizzato all’interno del più ampio progetto E.COLONIA per la riattivazione delle aree interne, è il patrimonio di mestieri e sapienze locali radicati nei territori dell’Irpinia “d’Oriente”, da riscoprire e riattivare tramite l’arte ed il design.

L’iniziativa si svolgerà presso la casa comunale di Aquilonia, che ospiterà le attività di accoglienza e comunicazione, e nel Museo delle Città Itineranti per i laboratori.
Andrea Anastasio, Vittorio Venezia, designers esperti in product e conceptual design, e Bianco-Valente, artisti impegnati ad indagare le interazioni tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda, guideranno i partecipanti alla generazione di idee attraverso le quali trasformare le risorse del territorio in progetti e prodotti innovativi.
Impagliatori, fabbri, ceramisti, sarti, tessitori, falegnami, lattonieri metteranno a disposizione dei designer, degli artisti e dei partecipanti la propria conoscenza e le proprie botteghe per innescare processi innovativi e realizzare prodotti che reinterpretino la tradizione.

Il workshop è articolato in due sezioni:
• sezione1_design, con Andrea Anastasio e Vittorio Venezia, per la “traduzione” delle sapienze locali;
• sezione 2_arte, con Bianco-Valente, alla riscoperta del territorio e della comunità che lo vive.

La partecipazione a “TRADUZIONI” è gratuita e prevede un numero massimo di 36 partecipanti, selezionati sulla base del curriculum e di una lettera motivazionale da inviare al GAL CILSI entro il 4 giugno prossimo.
Le prime due fasi del Workshop si svolgeranno dall’11 al 15 giugno 2015; la terza eventuale fase dal 19 al 21 giugno.

I partecipanti vedranno le proprie idee trasformarsi in un progetto/prototipo, che costituirà il primo nucleo di un nuovo catalogo di design rurale E.COLONIA.
I risultati del workshop saranno esposti in una mostra.
L’iniziativa è diretta da Marco Petroni e coordinata da Vincenzo Tenore e Katia Fabbricatti.

SHARE
Previous articleIl comitato per il Sacrario Militare cavese alla Caserma D’Avossa di Salerno per incontrare monsignor Santo Marcianò
Next articleLa Giornata del Sollievo nelle province campane
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio. Il Gazzettino vesuviano, però, è anche sport, con le più blasonate squadre di serie A, B e C, con accrediti presso le società ed ingresso ai campi ed agli spogliatoi, ma soprattutto con le serie minori del calcio vesuviano. Sono sempre presenti tutti gli altri sport come la pallavolo, il basket, il ciclismo, il rugby e la boxe, disciplina, quest'ultima, che vanta antiche tradizioni proprio nell'area vesuviana. Un giornale, il nostro, che si propone come organo d'informazione a tutto tondo, proponendo rubriche per il tempo libero, nonché argomenti attinenti al patrimonio storico, artistico, archeologico, scientifico e socio economico della Regione. La veste grafica presenta un formato comodo, ma non estremamente piccolo. La grandezza delle nostre pagine è quella relativa al formato classico dei tabloid inglesi, la carta che utilizziamo è la classica carta da quotidiano rigorosamente riciclata. Da anni appuntamento del venerdì per tantissimi lettori, “il Gazzettino vesuviano” che dal 2006 è diretto da Gennaro Cirillo, che ha raccolto l’eredità paterna scegliendo il nuovo formato, la nuova vesta grafica e dando il giusto slancio per l’utilizzo delle nuove tecnologie, viene distribuito in maniera capillare in gran parte dei comuni della provincia di Napoli ed in alcuni comuni della provincia di Salerno. Le “Edizioni il Gazzettino vesuviano” vantano la pubblicazione di diversi volumi nel corso dell’anno. Libri dedicati alla storia locale e alla Gens vesuviana, ma anche racconti, saggi e romanzi gialli di diversi autori locali e nazionali. Dal 2010 il nostro giornale è partner dell'Ateneo milanese IULM per gli stage formativi propedeutici al conseguimento della laurea. Presente sul web il giornale ondine -www.ilgazzettinovesuviano.com - aggiornato in tempo reale per offrire nuovi spunti di riflessione e sempre più informazione, puntuale, attenta e innovativa. Il successo del quotidiano online è ormai sottolineato giorno dopo giorno dalle migliaia di accessi da tutt'Italia e con lettori fidelizzati in tutt'Europa e nel Mondo. Tante persone che non mancano di attestarci la loro stima con commenti e ringraziamenti per il lavoro di informazione e reportage da noi svolto. Un lavoro, il nostro, che permette loro, con un semplice click, di restare legati ad una terra che amano e vivono sia pur attraverso quel filo tecnologico da noi offerto. Un lavoro apprezzato soprattutto da migliaia di cittadini vesuviani che trovano uno strumento veloce, puntuale e serio per conoscere al meglio la realtà in cui vivono. Dal sito è inoltre possibile leggere e scaricare il nostro settimanale cartaceo pagina per pagina e visionare articoli, foto, rubriche e le relative inserzioni pubblicitarie.