Castellammare, nuovo raid alla “Carducci”. Il sindaco Pannullo: “Crimine ignobile”

0
3
carducci

carducciA pochi giorni di distanza dall’ultimo raid e a pochi giorni dai furti nel liceo scientifico “Francesco Severi” e nella scuola “Bonito – Cosenza”, la scuola “Carducci” di Castellammare è stata nuovamente colpita dai vandali. Nella notte fra sabato e domenica, probabilmente, ignoti si sono recati nella struttura distruggendo armadietti, sedie e suppellettili che si trovavano nei corridoi.

La scuola, purtroppo, non prevede un sistema di videosorveglianza perchè, dopo un precedente raid, era stato distrutto. I vandali, comunque, sarebbero entrati da una finestra rotta della struttura ma non sarebbero riusciti ad entrare nelle aule che sono opportunamente blindate fino a quando la sicurezza non sarà garantita.

Tutto ciò non ha scoraggiato i vandali, probabilmente una baby gang, che hanno deciso comunque di distruggere tutto il possibile strappando dalle pareti anche le foto e i lavoretti che i piccoli studenti del complesso scolastico avevano creato durante il loro anno scolastico. Ad accorgersi dell’accaduto è stato il personale docenti che questa mattina, come sempre, si era recato nella struttura pronto ad accogliere i bambini. Avvertite subito le forze dell’ordine che ora stanno indagando sul caso per assicurare alla giustizia tutti i colpevoli.

In serata è arrivato anche il commento del sindaco Antonio Pannullo su quanto successo all’interno dell’istituto “Carducci” di Castellammare di Stabia: “È difficile trovare una giustificazione per quanto è accaduto alla scuola. I raid vandalici nei confronti degli istituti scolastici rappresentano, a mio avviso, uno degli atti più ignobili che può compiere l’essere umano. In gioco c’è il futuro dei nostri figli. Un atto che va condannato senza mezzi termini. Quello che mi preoccupa è il ripetersi di tali azioni: per questo motivo bisogna intensificare il livello di sicurezza su tutto il territorio” . Probabilmente nelle prossime sere, il plesso scolastico “Carducci” sarà controllato con maggiore costanza così come tutte le altre scuole stabiesi che al momento sono finite nel mirino dei vandali.

SHARE
Previous articleBagnoli, l’arenile è una discarica a cielo aperto. Qui dove si violentano le spiagge
Next articleAlla “Leopardi” di Torre Annunziata: “LEGALMENTE… per dare senso al futuro”
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio. Il Gazzettino vesuviano, però, è anche sport, con le più blasonate squadre di serie A, B e C, con accrediti presso le società ed ingresso ai campi ed agli spogliatoi, ma soprattutto con le serie minori del calcio vesuviano. Sono sempre presenti tutti gli altri sport come la pallavolo, il basket, il ciclismo, il rugby e la boxe, disciplina, quest'ultima, che vanta antiche tradizioni proprio nell'area vesuviana. Un giornale, il nostro, che si propone come organo d'informazione a tutto tondo, proponendo rubriche per il tempo libero, nonché argomenti attinenti al patrimonio storico, artistico, archeologico, scientifico e socio economico della Regione. La veste grafica presenta un formato comodo, ma non estremamente piccolo. La grandezza delle nostre pagine è quella relativa al formato classico dei tabloid inglesi, la carta che utilizziamo è la classica carta da quotidiano rigorosamente riciclata. Da anni appuntamento del venerdì per tantissimi lettori, “il Gazzettino vesuviano” che dal 2006 è diretto da Gennaro Cirillo, che ha raccolto l’eredità paterna scegliendo il nuovo formato, la nuova vesta grafica e dando il giusto slancio per l’utilizzo delle nuove tecnologie, viene distribuito in maniera capillare in gran parte dei comuni della provincia di Napoli ed in alcuni comuni della provincia di Salerno. Le “Edizioni il Gazzettino vesuviano” vantano la pubblicazione di diversi volumi nel corso dell’anno. Libri dedicati alla storia locale e alla Gens vesuviana, ma anche racconti, saggi e romanzi gialli di diversi autori locali e nazionali. Dal 2010 il nostro giornale è partner dell'Ateneo milanese IULM per gli stage formativi propedeutici al conseguimento della laurea. Presente sul web il giornale ondine -www.ilgazzettinovesuviano.com - aggiornato in tempo reale per offrire nuovi spunti di riflessione e sempre più informazione, puntuale, attenta e innovativa. Il successo del quotidiano online è ormai sottolineato giorno dopo giorno dalle migliaia di accessi da tutt'Italia e con lettori fidelizzati in tutt'Europa e nel Mondo. Tante persone che non mancano di attestarci la loro stima con commenti e ringraziamenti per il lavoro di informazione e reportage da noi svolto. Un lavoro, il nostro, che permette loro, con un semplice click, di restare legati ad una terra che amano e vivono sia pur attraverso quel filo tecnologico da noi offerto. Un lavoro apprezzato soprattutto da migliaia di cittadini vesuviani che trovano uno strumento veloce, puntuale e serio per conoscere al meglio la realtà in cui vivono. Dal sito è inoltre possibile leggere e scaricare il nostro settimanale cartaceo pagina per pagina e visionare articoli, foto, rubriche e le relative inserzioni pubblicitarie.