Da sabato sarà nuovamente possibile ammirare il tramonto stabiese da uno dei lungomari più belli della Regione

Castellammare, sabato riapre la villa comunale: cresce l’attesa in città

In questi giorni, la ditta che gestisce il cantiere, la RF Appalti, sta provvedendo a limare gli ultimi dettagli per consegnare nelle mani dei cittadini un'opera pubblica "perfetta" in tutti i suoi aspetti

0
552
villa comunale
(foto di Ferdinando Fontanella)

Ormai ci siamo, manca pochissimo: la villa comunale di Castellammare di Stabia dopo mille peripezie riaprirà al pubblico sabato prossimo come annunciato dal sindaco Toni Pannullo e dall’assessore Pino Rubino qualche settimana fa. Cresce l’attesa in città con tutti gli stabiesi che sono pronti ad usufruire nuovamente del proprio lungomare dopo aver atteso quasi tre anni.

In questi giorni, la ditta che gestisce il cantiere, la Rd Appalti, sta provvedendo a limare gli ultimi dettagli per consegnare nelle mani dei cittadini un’opera pubblica “perfetta” in tutti i suoi aspetti nonostante le tante varianti che hanno stravolto il progetto originale. Anche nella giornata di domenica, un gruppo di operai è stato a lavoro per posizionare le ultime ringhiere che hanno fatto estremamente discutere.

Nel progetto iniziale, infatti, era previsto l’abbattimento di qualsiasi ostacolo fra la villa e il mare ma purtroppo tutto ciò non è stato possibile. Semplicemente, nella parte iniziale del lungomare (nei pressi dell’Hotel Miramare) è presente più di un metro e mezzo di altezza dal suolo della villa a quello della sabbia e per questo motivo, come prevede la legge, deve esserci per forza di cosa una protezione.

(foto di Ferdinando Fontanella)

Considerato che i fondi iniziali sono stati persi e considerata che la rimodulazione promossa dalla Regione Campania prevedeva un finanziamento minore, per sopperire alla mancanza e per mettersi in regola con la legge, la ditta e il Comune hanno deciso di riutilizzare le vecchie ringhiere della villa comunale e di metterle nei punti più critici della villa così da garantire sicurezza. Sicurezza garantita, è vero, ma panorama rovinato considerato che le panchine vista mare ora non avranno più la stessa visuale.

Tuttavia, questa mattina gli operai hanno lavorato per fissare anche il pavimento in legna fra le panchine e le ringhiere nei pressi del prolungamento sull’arenile: si tratta dell’ultimo passo prima della consegna. Nei prossimi giorni si provvederà a curare il verde pubblico e allo stesso tempo a fissare le ultime panchine fino alla zona della Cassa Armonica. Prima di poter utilizzare la villa al completo, comunque, bisognerà aspettare ancora qualche mese perchè il tratto di via Mazzini è ancora in fase di costruzione.

Ormai non resta altro che attendere l’inaugurazione. Prima promessa mantenuta da parte dell’amministrazione comunale anche se la squadra di Pannullo è stata sul punto di perdere tutto. Solo grazie all’aiuto della Regione Campania tutto ciò è stato possibile. Dopo due anni di attesa e dopo mille problemi, dopo le proteste in piazza dei cittadini e dopo la grande paura, torna il sereno. Da sabato sarà nuovamente possibile ammirare il tramonto stabiese da uno dei lungomari più belli della Regione.

Gennaro Esposito