Rally del Matese 2017: quasi aperte le iscrizioni, i dettagli

0
14

RALLY GIANFICO 2016Il 27 e il 28 maggio si avvicinano. L’apertura delle iscrizioni, anche. A partire da giovedì 27 aprile, infatti, e fino a lunedì 22 maggio, sarà possibile iscriversi al grande evento: Il Rally del Matese, alla sua quinta edizione, anche Rally del Medio Volturno, alla sua terza edizione. L’A.S.D. Matese Motorsport ce la sta mettendo tutta, e tutte le carte in regola per far registrare un quinto successo. Saranno 374,86 i chilometri totali della gara, mentre quelli della prova speciale, che si ripeterà 9 volte, saranno 81,100.

A distanza di poco più di un mese dalla partenza, che ci sarà ufficialmente il 27 maggio alle ore 17:31 a Piazza Salvo D’Acquisto a Pietravairano, si lavora alacremente per la competizione che è insieme sia tappa di Coppa Italia Rally 2017 che tappa del Campionato Regionale Rally 2017. Competizione il cui arrivo è previsto per il giorno 28 maggio alle ore 20:19 presso Piazza della Vittoria a San Potito Sannitico, dove ci sarà, quindi, la premiazione.

Ma ecco nel dettaglio il percorso. Sabato 27 maggio saranno quattro i comuni baciati dal Rally. Partenza prevista per Pietravairano, passaggio per Ciorlano e Fontegreca, con arrivo a Piedimonte Matese (Piazza Roma) per le 21:04. E il 28 maggio si riparte proprio da Piazza Roma (Piedimonte Matese), passando per Alife, Castello del Matese, San Gregorio Matese, Cusano Mutri (BN), Pietraroja (BN), Gioia Sannitica, con arrivo in Piazza della Vittoria a San Potito Sannitico dove, appunto, sarà decretato il vincitore.

Ma a proposito di vincitore, abbiamo chiesto al partenopeo Fabio Gianfico, il vincitore dell’edizione 2016, com’è stato il percorso dello scorso anno e cosa si aspetta da quello di questa edizione. “Parteciperò anche quest’anno, – ha esordito Gianfico – il percorso della scorsa edizione era bello e selettivo.

Dalle prime indiscrezioni ho saputo che quello di quest’anno è ulteriormente cambiato ed è stato anche allungato. Dunque sarà ancora più bello”. Avvicinato a questo mondo nel 1992, all’età di 22 anni, il campione in carica Gianfico ci confessa il suo attaccamento a questa competizione e al Matese: “Ho partecipato a tutte le edizioni del Rally del Matese. Sul Matese mi sento a casa, – ha continuato Gianfico – considerando che il mio navigatore è di Cusano Mutri (BN) e considerando che la persona che mi ha lanciato in questo mondo ed alla quale devo molto è Peppino Picariello, che era di Piedimonte Matese”.

Gianfico ci dà l’occasione per ricordare che il Rally del Matese è anche e soprattutto dedicato a due grandi nomi del Rally matesino: Nello Cafasso e Peppino Picariello. 

SHARE
Previous articleMai offendere la dignità di Napoli e dei napoletani: si rischia una querela del Comune. Ecco lo sportello online
Next articleInchiesta sulla Tangenziale di Napoli: la politica che abbandona e non tutela. E poi strumentalizza
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio. Il Gazzettino vesuviano, però, è anche sport, con le più blasonate squadre di serie A, B e C, con accrediti presso le società ed ingresso ai campi ed agli spogliatoi, ma soprattutto con le serie minori del calcio vesuviano. Sono sempre presenti tutti gli altri sport come la pallavolo, il basket, il ciclismo, il rugby e la boxe, disciplina, quest'ultima, che vanta antiche tradizioni proprio nell'area vesuviana. Un giornale, il nostro, che si propone come organo d'informazione a tutto tondo, proponendo rubriche per il tempo libero, nonché argomenti attinenti al patrimonio storico, artistico, archeologico, scientifico e socio economico della Regione. La veste grafica presenta un formato comodo, ma non estremamente piccolo. La grandezza delle nostre pagine è quella relativa al formato classico dei tabloid inglesi, la carta che utilizziamo è la classica carta da quotidiano rigorosamente riciclata. Da anni appuntamento del venerdì per tantissimi lettori, “il Gazzettino vesuviano” che dal 2006 è diretto da Gennaro Cirillo, che ha raccolto l’eredità paterna scegliendo il nuovo formato, la nuova vesta grafica e dando il giusto slancio per l’utilizzo delle nuove tecnologie, viene distribuito in maniera capillare in gran parte dei comuni della provincia di Napoli ed in alcuni comuni della provincia di Salerno. Le “Edizioni il Gazzettino vesuviano” vantano la pubblicazione di diversi volumi nel corso dell’anno. Libri dedicati alla storia locale e alla Gens vesuviana, ma anche racconti, saggi e romanzi gialli di diversi autori locali e nazionali. Dal 2010 il nostro giornale è partner dell'Ateneo milanese IULM per gli stage formativi propedeutici al conseguimento della laurea. Presente sul web il giornale ondine -www.ilgazzettinovesuviano.com - aggiornato in tempo reale per offrire nuovi spunti di riflessione e sempre più informazione, puntuale, attenta e innovativa. Il successo del quotidiano online è ormai sottolineato giorno dopo giorno dalle migliaia di accessi da tutt'Italia e con lettori fidelizzati in tutt'Europa e nel Mondo. Tante persone che non mancano di attestarci la loro stima con commenti e ringraziamenti per il lavoro di informazione e reportage da noi svolto. Un lavoro, il nostro, che permette loro, con un semplice click, di restare legati ad una terra che amano e vivono sia pur attraverso quel filo tecnologico da noi offerto. Un lavoro apprezzato soprattutto da migliaia di cittadini vesuviani che trovano uno strumento veloce, puntuale e serio per conoscere al meglio la realtà in cui vivono. Dal sito è inoltre possibile leggere e scaricare il nostro settimanale cartaceo pagina per pagina e visionare articoli, foto, rubriche e le relative inserzioni pubblicitarie.