Castellammare, imprenditore aggredito in corso De Gasperi: è caccia alla Renault Clio gialla

0
31
castellammare aggressione corso de gasperi

castellammare aggressione corso de gasperiEsce da un capannone di corso Alcide De Gasperi a Castellammare di Stabia a bordo della propria auto e viene aggredito, tirato fuori dal veicolo, picchiato ed investito. La vittima, un imprenditore 50enne di Castellammare, è stata trasportata al pronto soccorso mentre le forze dell’ordine sono sulle tracce dell’autore del raid che avrebbe fatto perdere le proprie tracce scappando a bordo di una Renault Clio di colore giallo.

Ad effettuare le indagini gli agenti del commissariato di Ps di Castellammare. Come già accennato la vittima, un imprenditore edile di Castellammare di Stabia, è stata portata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo: per lui 40 giorni di prognosi. Gli inquirenti sono al lavoro da ieri mattina per capire i motivi che si nascondono dietro il raid.

Un uomo, intorno alle 11 di ieri mattina, si è avvicinato con una mazza di legno all’auto del costruttore edile, distruggendo il finestrino e il parabrezza e costringendolo a rallentare. La vittima è stata tirata fuori con la forza dalla Mercedes che guidava in una traversa di corso Alcide de Gasperi, poi è stata aggredita e picchiata violentemente, prima di essere investito anche con l’auto.

Ad impedire che avvenisse una tragedia è stata la persona che era con l’imprenditore, suo fratello, che era in auto con lui, infatti, ha provato a dividere i due e costretto alla fuga l’aggressore. Nell’allontanarsi a tutta velocità l’uomo ha anche travolto i tavolini e le sedie del bar all’angolo. L’aggressore ha lasciato a terra la targa della sua auto. Da questa traccia sono partiti gli inquirenti per risalire all’identità dell’assalitore. Fondamentali anche i testimoni, che hanno subito raccontato alla polizia quanto accaduto.

Nel quartiere le urla di terrore hanno messo in allarme i residenti che hanno chiamato le forze dell’ordine. I primi ad arrivare sul posto sono stati gli uomini del commissariato di polizia che ora stanno indagando per capire cosa ci sia dietro il raid avvenuto ieri mattina. Intanto va avanti da ore la caccia al colpevole fuggito dopo avere seminato sangue e terrore. L’uomo, anche lui stabiese, è già stato identificato e la sua cattura è questione di ore.

SHARE
Previous articleCompravendita dei senatori, prescrizione per Silvio Berlusconi e Valter Lavitola
Next articlePresente anche Malagò alla presentazione dei Giochi Nazionali Estivi
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio. Il Gazzettino vesuviano, però, è anche sport, con le più blasonate squadre di serie A, B e C, con accrediti presso le società ed ingresso ai campi ed agli spogliatoi, ma soprattutto con le serie minori del calcio vesuviano. Sono sempre presenti tutti gli altri sport come la pallavolo, il basket, il ciclismo, il rugby e la boxe, disciplina, quest'ultima, che vanta antiche tradizioni proprio nell'area vesuviana. Un giornale, il nostro, che si propone come organo d'informazione a tutto tondo, proponendo rubriche per il tempo libero, nonché argomenti attinenti al patrimonio storico, artistico, archeologico, scientifico e socio economico della Regione. La veste grafica presenta un formato comodo, ma non estremamente piccolo. La grandezza delle nostre pagine è quella relativa al formato classico dei tabloid inglesi, la carta che utilizziamo è la classica carta da quotidiano rigorosamente riciclata. Da anni appuntamento del venerdì per tantissimi lettori, “il Gazzettino vesuviano” che dal 2006 è diretto da Gennaro Cirillo, che ha raccolto l’eredità paterna scegliendo il nuovo formato, la nuova vesta grafica e dando il giusto slancio per l’utilizzo delle nuove tecnologie, viene distribuito in maniera capillare in gran parte dei comuni della provincia di Napoli ed in alcuni comuni della provincia di Salerno. Le “Edizioni il Gazzettino vesuviano” vantano la pubblicazione di diversi volumi nel corso dell’anno. Libri dedicati alla storia locale e alla Gens vesuviana, ma anche racconti, saggi e romanzi gialli di diversi autori locali e nazionali. Dal 2010 il nostro giornale è partner dell'Ateneo milanese IULM per gli stage formativi propedeutici al conseguimento della laurea. Presente sul web il giornale ondine -www.ilgazzettinovesuviano.com - aggiornato in tempo reale per offrire nuovi spunti di riflessione e sempre più informazione, puntuale, attenta e innovativa. Il successo del quotidiano online è ormai sottolineato giorno dopo giorno dalle migliaia di accessi da tutt'Italia e con lettori fidelizzati in tutt'Europa e nel Mondo. Tante persone che non mancano di attestarci la loro stima con commenti e ringraziamenti per il lavoro di informazione e reportage da noi svolto. Un lavoro, il nostro, che permette loro, con un semplice click, di restare legati ad una terra che amano e vivono sia pur attraverso quel filo tecnologico da noi offerto. Un lavoro apprezzato soprattutto da migliaia di cittadini vesuviani che trovano uno strumento veloce, puntuale e serio per conoscere al meglio la realtà in cui vivono. Dal sito è inoltre possibile leggere e scaricare il nostro settimanale cartaceo pagina per pagina e visionare articoli, foto, rubriche e le relative inserzioni pubblicitarie.