Castellammare, buone notizie per il porto stabiese. Pannullo: “Hanno accolto tutte le nostre istanze”

0
9

porto“Siamo soddisfatti che nel Piano triennale dell’Autorità Portuale siano state recepite le nostre istanze. Ovvero da una parte la destinazione crocieristica per medio calibro del porto di Castellammare e dall’altra l’interlocuzione Fincantieri” esordisce così il sindaco di Castellammare Toni Pannullo in merito alla presentazione del Piano Operativo 2017-2019 dell’Autorità di sistema portuale di Napoli.

“In questo quadro si inserisce sia la volontà del Presidente De Luca di sollecitare il governo nazionale ad adottare tutte le misure, anche di natura infrastrutturale, affinché il cantiere di Castellammare torni competitivo, al netto delle commesse che garantiscono lavoro fino al 2020. Insomma se il Governo punta sul Sud non può escludere il cantiere di Castellammare” continua il primo cittadino della città delle acque.

“Allo stesso tempo esprimiamo apprezzamento per l’impegno manifestato dal Ministro Delrio a convocare un tavolo con Regione, Fincantieri e Comune per accelerare questo percorso virtuoso”. Buone notizie quindi per l’area portuale stabiese che potrà avviare un processo di crescita e di miglioramento puntando tutto su Fincantieri, in primo luogo, e poi successivamente sull’accoglienza delle navi da crociera, di medio calibro, come spiegato dal sindaco Pannullo e in passato anche dal suo vice Andrea Di Martino.

Proprio il Ministro Delrio, comunque, a margine della presentazione del Piano Operativo 2017-2019, interpellato sui tre porti della Campania (Napoli, Castellammare di Stabia e Salerno) ha così commentato: “Napoli ha anticipato le altre autorità portuali con un piano serio di sviluppo”.

“Già un anno fa – ha ricordato – avevo detto che il porto di Napoli sarebbe diventato un posto importante nel panorama italiano e i primi dati parlano di una crescita di passeggeri e merci molto buona e di un ottimo piano di investimenti. Dopo le buone notizie sull’aeroporto e sulla ferrovia con la ripresa dei lavori di Afragola, il porto può diventare davvero occasione di sviluppo e di occupazione”.

SHARE
Previous articleA Pompei le bombe dei narcotrafficanti in barca a vela: l’incredibile scoperta in via Ripuaria
Next articleLa vergogna in una traversa di Agnano: cresce ancora la montagna di immondizia
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio. Il Gazzettino vesuviano, però, è anche sport, con le più blasonate squadre di serie A, B e C, con accrediti presso le società ed ingresso ai campi ed agli spogliatoi, ma soprattutto con le serie minori del calcio vesuviano. Sono sempre presenti tutti gli altri sport come la pallavolo, il basket, il ciclismo, il rugby e la boxe, disciplina, quest'ultima, che vanta antiche tradizioni proprio nell'area vesuviana. Un giornale, il nostro, che si propone come organo d'informazione a tutto tondo, proponendo rubriche per il tempo libero, nonché argomenti attinenti al patrimonio storico, artistico, archeologico, scientifico e socio economico della Regione. La veste grafica presenta un formato comodo, ma non estremamente piccolo. La grandezza delle nostre pagine è quella relativa al formato classico dei tabloid inglesi, la carta che utilizziamo è la classica carta da quotidiano rigorosamente riciclata. Da anni appuntamento del venerdì per tantissimi lettori, “il Gazzettino vesuviano” che dal 2006 è diretto da Gennaro Cirillo, che ha raccolto l’eredità paterna scegliendo il nuovo formato, la nuova vesta grafica e dando il giusto slancio per l’utilizzo delle nuove tecnologie, viene distribuito in maniera capillare in gran parte dei comuni della provincia di Napoli ed in alcuni comuni della provincia di Salerno. Le “Edizioni il Gazzettino vesuviano” vantano la pubblicazione di diversi volumi nel corso dell’anno. Libri dedicati alla storia locale e alla Gens vesuviana, ma anche racconti, saggi e romanzi gialli di diversi autori locali e nazionali. Dal 2010 il nostro giornale è partner dell'Ateneo milanese IULM per gli stage formativi propedeutici al conseguimento della laurea. Presente sul web il giornale ondine -www.ilgazzettinovesuviano.com - aggiornato in tempo reale per offrire nuovi spunti di riflessione e sempre più informazione, puntuale, attenta e innovativa. Il successo del quotidiano online è ormai sottolineato giorno dopo giorno dalle migliaia di accessi da tutt'Italia e con lettori fidelizzati in tutt'Europa e nel Mondo. Tante persone che non mancano di attestarci la loro stima con commenti e ringraziamenti per il lavoro di informazione e reportage da noi svolto. Un lavoro, il nostro, che permette loro, con un semplice click, di restare legati ad una terra che amano e vivono sia pur attraverso quel filo tecnologico da noi offerto. Un lavoro apprezzato soprattutto da migliaia di cittadini vesuviani che trovano uno strumento veloce, puntuale e serio per conoscere al meglio la realtà in cui vivono. Dal sito è inoltre possibile leggere e scaricare il nostro settimanale cartaceo pagina per pagina e visionare articoli, foto, rubriche e le relative inserzioni pubblicitarie.