Pompei: lunedì la consegna dei premi “Bartolo Longo alla Carità”

243

Un premio a chi si sia distinto per l’impegno in iniziative solidali volte al sostegno delle opere di carità di Pompei, scelto tra singole persone, gruppi di volontari, associazioni o figure del mondo dello sport, dello spettacolo e della musica. Con questo spirito, il Premio “Bartolo Longo alla Carità”, giunge alla sua seconda edizione. La cerimonia di consegna del Premio, intitolato al Fondatore di Pompei e ideato e promosso dall’Associazione-Onlus “La Carità genera Carità”, presieduta da Don Giovanni Russo, incaricato per la Pastorale Giovanile diocesana, si terrà lunedì 1° marzo alle ore 18.00, nella suggestiva cornice del Teatro “Di Costanzo-Mattiello” di Pompei. Anche quest’anno, il Premio, patrocinato dal Santuario di Pompei, si caratterizza per un parterre di vincitori di primo piano. La giuria ha assegnato il riconoscimento al cantante Gigi Finizio, per la categoria “Musica”, all’attaccante della SSC Napoli Fabio Quagliarella, per la categoria “Sport”, al conduttore tv Massimo Giletti, per la categoria “Spettacolo”, all’imitatrice e showgirl Emanuela Aureli, per la categoria “Comicità”, alla Fondazione Cannavaro-Ferrara, per la categoria “Enti Umanitari”, e per la categoria “Giornalismo”, il giornalista e scrittore Paolo Brosio che, martedì 2 marzo, offrirà la sua testimonianza di fede in occasione della prima delle catechesi che si terranno in Santuario nel periodo quaresimale. A condurre la cerimonia di premiazione, la giornalista e conduttrice televisiva Vira Carbone. «L’iniziativa – afferma Don Giovanni Russo – non si limita solo alla “consegna di un Premio”. L’obiettivo è quello di sottolineare l’attività missionaria del nostro Fondatore e sensibilizzare i cuori delle persone a utilizzare progetti di solidarietà nel nostro paese e nel mondo, con particolare attenzione ai piccoli, secondo il carisma del Beato. Per questo – aggiunge il Presidente dell’Associazione ideatrice e promotrice del Premio – beneficiari privilegiati dei proventi raccolti saranno, innanzitutto, i bambini dei nostri istituti, la cui formazione umana, intellettuale e spirituale è affidata ai Fratelli delle Scuole Cristiane e alle Suore Domenicane Figlie del Santo Rosario, fondate dello stesso Bartolo Longo, che credeva profondamente nell’importanza fondamentale dell’istruzione e della formazione per le nuove generazioni, grazie alle quali è possibile pensare ad un futuro migliore per l’intera umanità». Ai piccoli ospiti delle Opere di Carità del Santuario, sarà consegnato, durante la manifestazione, quanto è necessario allo svolgimento delle tante attività proposte dai programmi educativi: materiale scolastico, sportivo e informatico. Inoltre, per questa edizione, parte dei proventi sarà destinata alla Popolazione di HAITI e delle FILIPPINEUn plauso particolare alla manifestazione è giunto dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che, informato dell’iniziativa, ha espresso il proprio compiacimento per una manifestazione che si impegna a favore dei più deboli, dei più disagiati e, soprattutto, dei più piccoli. Per l’occasione, il Capo dello Stato ha inviato al Presidente de “La Carità genera Carità” una medaglia di bronzo. Per contribuire alla realizzazione dei progetti, si può donare il proprio 5 per mille all’Associazione “La Carità genera Carità”, indicandone il codice fiscale 90062810636.

Share
Condividi
PrecedenteNapoli, contro la Roma Mazzarri rilancia Lavezzi
SuccessivoOmicidio-suicidio a Vico Equense
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.

Lascia una risposta