Da marzo a maggio a Salerno “un teatro nuovo nuovo”

319

Il teatro Nuovo di Salerno si rinnova, diventando così ‘Un teatro nuovo nuovo’. E’ proprio questo il titolo della nuova rassegna teatrale che segna l’inizio del nuovo corso della struttura di Via Valerio Laspro, che ha visto l’ingresso di alcuni nuovi soci nel consiglio di amministrazione, al fine di rendere sempre più qualificata, giovane e alternativa, la propria programmazione. La rassegna Teatro Nuovo Nuovo, presentata oggi nella sala Giunta del Comune di Salerno, curata dalla nuova direttrice del Teatro, la giornalista e saggista Luciana Libero insieme al Comitato artistico composto da Pasquale De Cristofaro, Loredana Mutalipassi, Ugo Piastrella e Antonio Santoro, propone spettacoli di teatro civile e nuova drammaturgia, tutti di grande impegno sociale, dal 3 marzo al 7 maggio 2010. Primo spettacolo in cartellone, il 3 marzo, ‘La luce di dentro’, incentrato sul tema della malattia mentale, vista come eccezionale risorsa artistica, che verrà inaugurato con la presenza di Giuliano Scabia, artista, poeta e narratore, protagonista delle prime esperienze alternative con Franco Basaglia; con lui gli psichiatri salernitani Peppe Dell’Acqua, attuale direttore del DSM di Trieste e Davide Amendola, direttore dell’SPDC dell’Ospedale San Leonardo di Salerno. Sempre in tema di impegno civile l’eccezionale evento ‘Blackout’, in scena il 5 marzo al Teatro Verdi, su testi di Andrea Manzi e Peppe Lanzetta e la regia di Pasquale De Cristofaro , tratterà il tema degli immigrati nella nostra regione, con due interpreti di eccezione: lo stesso Lanzetta e Mariano Rigillo, messo in scena con le danze della Comunità Senegalese, le musiche di Paolo Cimmino  e il Musicateneo Percussion Ensemble; le immagini video di Michele Schivino. Da segnalare, per la danza, il 20 marzo lo spettacolo ‘Tre fiori rossi”, della nota compagnia ‘Excursus’ e in aprile l’omaggio a Nuccio Siano, regista salernitano “emigrato” a Roma. Altri importanti ospiti, per la prima volta a Salerno, sono, il 26 marzo, la compagnia Scena Verticale, con Saverio La Ruina, tra le nuove voci di una drammaturgia del Sud con lo spettacolo “La Borto”; il 10 aprile giunge invece Giulio Cavalli, con “Nomi, cognomi e infami”, nuovo interprete del teatro di denuncia che con i suoi spettacoli ha ricevuto minacce ed è stato costretto, come già Roberto Saviano, alla protezione di una scorta; infine il 21 aprile altro evento con la presenza dei Babilonia Teatri, esponenti di punta della nuova generazione teatrale che con il loro “Made in Italy”, disegnano una satira feroce del nord est italiano. Non mancano infine, accanto al cartellone teatrale le presentazioni di libri: “Uomini e caporali, viaggio nei nuovi schiavi” di Alessandro Leogrande che sarà presentato l’8 marzo all’Auditorium di Salerno Energia in collaborazione con la Salerno Energia e la Fondazione Premio Napoli per il quale si avrà il contributo del Procuratore della Repubblica Franco Roberti; e incontri con i protagonisti della storia teatrale di questi ultimi anni: Enzo Moscato che terrà alcune letture di Eduardo in occasione della presentazione del libro di Maurizio Giammusso “Vita di Eduardo”; Giancarlo Cauteruccio di cui si presenta il “Trittico Beckettiano” in video, Arturo Cirillo che  inaugura, con un incontro su Annibale Ruccello, la rassegna Nuovo Giovani, che presenta dal 23 al 30 aprile, sette spettacoli tra autori e compagnie salernitane e provenienti da tutta Italia. Il programma si chiude con il Nuovo cabaret, diretto da Ugo Piastrella, cui possono iscriversi tutti i giovani comici: il vincitore sarà scritturato per uno spettacolo al Nuovo e potrà effettuare un provino per il noto programma televisivo ‘Made in sud’. Nell’ambito della rassegna, tra il 4 e il 7 maggio, ci saranno i recital di Enzo Fischetti, Maria Bolignano, Alessandro Bolide e, per la serata finale e le premiazioni dei vincitori, di Rosalia Porcaro.Presso il botteghino del teatro sarà possibile acquistare la Nuovo nuovo card, al costo di 50 euro, che consente di assistere ai 6 spettacoli in programma e dà diritto allo sconto del 30% sugli spettacoli di ‘Nuovo giovani’ e ‘Nuovo Cabaret’.

Share

Lascia una risposta