Petrone: «Non mi sento rappresentato da questa amministrazione»

576

VOLLA. Ieri sera si è svolto un acceso consiglio comunale a Volla, all’ordine del giorno il piano casa. La maggioranza, guidata dal sindaco Salvatore Ricci, forte del Piano Urbanistico Comunale, appena realizzato ed in attesa di perfezionamento con l’acquisizione della Valutazione Ambientale  Strategica già era intenzionata a votare contro l’approvazione del provvedimento. A confermarci questa volontà che in serata si è poi concretizzata con il voto contrario del consiglio comunale, è stato l’assessore Sergio Wirz affermando che già il nuovo Puc conterrebbe in sé misure addirittura migliorative rispetto al piano casa del governo nazionale.

Fin qui tutto secondo copione: la maggioranza che segue la sua linea e l’opposizione che caldeggia una mozione opposta.  «L’approvazione del piano casa – ha aggiunto Wirz – servirebbe solo a far naufragare il Puc e tutto il lavoro e l’impegno in esso profuso sino ad oggi. E’ esclusivamente questo l’obiettivo delle opposizioni».

Ma quello che non ti aspetti, o forse sei ad assistere proprio perché te lo aspetti, è che la mozione per l’approvazione del Piano Casa sia appoggiata dal presidente del consiglio comunale. Ed in effetti così è stato. Pasquale Petrone, rappresentante dell’UdC, alleato alle ultime elezioni della coalizione che attualmente governa Volla, nel corso di un suo intervento dichiara pubblicamente: «Non mi sento rappresentato da questa amministrazione». Una dichiarazione netta che, anche se non esplicitamente per ora, posizione il politico centrista in opposizione con la maggioranza del sindaco Ricci.

Petrone per la verità già aveva mostrato qualche segno di insofferenza nei mesi scorsi ed in una riunione di maggioranza si era già dichiarato “battitore libero”, riservandosi di decidere provvedimento per provvedimento se dare o meno il suo appoggio.

Voci di palazzo vorrebbero questa frattura tra il presidente ed il resto dell’amministrazione dovuta ad una mancata presenza in giunta di un rappresentante dell’Unione di Centro.

Vogliamo ricordare che l’assessorato riservato all’alleato di campagna elettorale era stato rifiutato da Pasquale Petrone, all’epoca dei fatti segretario dell’UdC vollese, che accettava solo la carica di Presidente del Consiglio a causa di mancati accordi con il primo cittadino sull’attribuzione delle deleghe all’assessorato riservato al suo partito.

Intanto per lunedì  prossimo è in programma una riunione di maggioranza senza alcun punto all’ordine del giorno, ma alla luce di quanto è accaduto negli ultimi due consigli comunali non ci sarebbe da meravigliarsi se arrivasse la sfiducia al presidente del consiglio comunale che di fatti si è già messo fuori dalla maggioranza con l’affermazione di ieri sera.

Gennaro Cirillo

Share

Lascia una risposta