Ottaviano: Quando “Noi+Noi “significa…gli ALTRI!

559

L’amministrazione comunale ottavianese, da sempre attenta e sensibile alle problematiche giovanili, per prevenire devianze e fronteggiare il rischio della dispersione, collabora da tempo in sinergia con le scuole e con le altre agenzie formative del territorio per promuovere tra le nuove generazioni una serie di azioni rivolte all’educazione alla legalità. Tra queste, davvero significative sono state le attività legate ad uno specifico progetto, ”Percorsi di legalità”, poste in essere sul territorio dal mese di gennaio, intese a far attecchire il senso civico e a  scuotere l’attuale “deserto delle coscienze”sull’importanza di temi legati a quello della cittadinanza attiva. L’ultima in ordine cronologico, pregevole per valenza educativa, è stata quella del concorso” Noi+Noi=…gli ALTRI” bandito dall’assessorato alla Cultura, nella persona della prof. Maria Caiazzo, con il patrocinio della Regione Campania. L’iniziativa ha coinvolto tutti gli studenti delle Secondarie di primo grado e gli alunni delle classi quarte e quinte delle Scuole primarie del territorio. “Deus ex machina” ne è stato il dott. Ciro Esposito che, con il supporto dei dirigenti scolastici e degli insegnanti referenti delle varie istituzioni coinvolte, ha gestito l’organizzazione del concorso in modo equo e trasparente. I ragazzi ottavianesi sono stati invitati ad esprimersi nel modo che ritenessero opportuno, attraverso componimenti scritti, lavori grafico-pittorici o mediante la creazione di audiovisivi, sul tema della legalità. Il concorso ha sortito grande successo ; 331 i lavori pervenuti che sono stati valutati da tre giurie composte da: docenti in pensione,  esperti d’arte e del linguaggio multimediale, dirette dalla prof.Liliana Borriello Summo.  Il concorso ha previsto l’assegnazione di tre borse di studio ,una per ogni   studente  meritevole individuato in ciascuna delle scuole secondarie di primo grado partecipanti, nonché altri 18 premi in denaro per i ragazzi che si fossero distinti per originalità e creatività nell’esecuzione dei vari lavori. La premiazione dei vincitori si è tenuta sabato, 27 febbraio, nella sala convegni dell’IPSSAR de’ Medici alla presenza delle famiglie dei giovani, delle autorità comunali e dell’assessore regionale alla cultura, Corrado Gabriele.

Anna Saviano

Lascia una risposta