Castellammare: ruba energia, arrestata commerciante

353

Uno dei biscottifici più produttivi di Castellammare rubava l’elettricità dagli impianti pubblici. È quanto scoperto dai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia che, agli ordini del capitano Giuseppe Mazzullo e del tenente Andrea Minella, hanno effettuato diversi controlli in collaborazione con il personale del nucleo verificatori dell’Enel. Infatti, dalla società che gestisce l’energia elettrica, erano arrivate alcune segnalazioni in merito al biscottificio “Nonna Teresa” che si trova nei pressi della stazione via Nocera della Circumvesuviana, in via Cosenza. Così, ieri mattina i militari dell’arma hanno effettuato i controlli, insieme al personale dell’Enel, riscontrando che l’attività commerciale si serviva di un allaccio abusivo alla rete elettrica nazionale. Dopo i riscontri, la titolare del negozio, Ilenia Imparato, 32enne incensurata, è stata immediatamente arrestata per furto di energia elettrica. La donna è in attesa di essere giudicata con rito direttissimo per le accuse nei suoi confronti. È una pratica, quella del furto di energia elettrica, molto comune in tutta l’area stabiese e che le forze dell’ordine stanno cercando di contrastare con tutti i mezzi a disposizione. Il furto di elettricità è molto “comune” soprattutto nel centro antico di Castellammare, dove sono state arrestate numerose casalinghe nei mesi scorsi. L’allaccio abusivo è molto semplice da effettuare, poiché l’elettricità viene rubata direttamente all’illuminazione pubblica. Questo, però, è il primo caso di attività commerciale allacciata abusivamente alla rete elettrica nazionale.

Dario Sautto

Share

Lascia una risposta