Pompei: istituito lo Sportello della Legalità

212

Nuove misure per combattere il racket e i fenomeni malavitosi al comune di Pompei. Con una delibera di giunta comunale – su proposta dell’assessore alla legalità e trasparenza, Carmela Loster – la squadra di governo del sindaco Claudio D’Alessio ha disposto la creazione di uno sportello della legalità presso il Comune di Pompei. L’amministrazione D’Alessio ha, infatti, posto alla base della sua attività amministrativa la promozione di tutte le iniziative atte a diffondere una cultura della convivenza civile e del rispetto della legge e, quindi, il perseguimento dell’obiettivo di rendere società ed istituzioni sempre più attente ed adeguate ai problemi che riguardano il rispetto della legalità, la sicurezza, la prevenzione e la garanzia dei diritti a tutte le persone residenti i dimoranti in città.  Ma non solo. Nella stessa ottica si va ad inserire la proposta, sempre dell’assessore Loster, di installare all’ingresso della casa comunale una “Buca della Legalità” nella quale i cittadini potranno far pervenire le proprie istanze e le proprie denunce. Una sorta di buca postale che, al termine del restyling a cui è sottoposto il portale istituzionale dell’Ente, troverà spazio anche sul sito nel quale è stata prevista  un’apposita sezione denominata, appunto, “buca virtuale della legalità”. “Gli illeciti, il racket e la criminalità in genere vanno combattuti con ogni mezzo  a disposizione – afferma l’assessore Loster – E’ dovere delle istituzioni condurre questa battaglia al fianco dei cittadini. Ascoltarne le istanze e comprenderne le esigenze e le difficoltà. È in quest’ottica che va inquadrata l’istituzione della buca della legalità che consentirà ai cittadini, agli imprenditori e ai commercianti di comunicare alle Istituzioni i propri disagi. Dal canto nostro – prosegue l’assessore alla legalità e trasparenza – faremo tutto il possibile per dare loro il nostro sostegno. L’amministrazione D’Alessio è vicina alle persone per bene. A coloro che lottano contro gli illeciti e ai cittadini rispettosi della legge e delle regole che disciplinano la società civile. Per loro le porte del cComune e del mio assessorato saranno sempre aperte”.

Share

Lascia una risposta