Castellammare: domani Sicignano inaugura il comitato in via Viviani

190

Antonio Sicignano

Si terrà domani alle ore 19:00, nel pieno Centro Antico ed esattamente in via Viviani n. 3, l’inaugurazione del comitato elettorale di Francesco Cusumano, candidato al consiglio comunale nella lista “CDL STABIA con SICIGNANO sindaco”. Cusumano, nato a Castellammare del Golfo, è oramai stabiese vero da numerosi anni, ovvero da quando, dopo aver sposato una donna stebiese, ha deciso di fissare la residenza del proprio nucleo familiare proprio a Castellammare di Stabia. «Per la prima volta – spiega una delegazione del CDL , composta dai candidati Nino Torrano, Francesco Cusumano, Maria Chiaramonte e Gennaro Fiorillo – porteremo a Palazzo Farnese i veri bisogni del Centro Antico. I residenti con noi possono stare tranquilli, perché noi non abitiamo a Roma o a Milano, e ne al Corso Vittorio Emanuele. Noi viviamo in queste strade, che conosciamo e amiamo meglio di chiunque altro» Parteciperà all’incontro anche Antonio Sicignano, candidato sindaco delle Liste “CDL STABIA” e “STABIA, CAMBIA”, oltre che tutti i candidati delle citate liste. «Sarà una occasione – spiega – per parlare nuovamente dei problemi che affliggono il centro antico e per favorire un contatto ravvicinato con i residenti del quartiere. Nelle nostre liste ci sono molti candidati radicati nelle periferie e nel centro antico. Abbiamo dato molta prevalenza a costoro, perché, in fondo, solo chi vive, giorno per giorno, un quartiere può davvero mantenere gli impegni presi con i residenti e può davvero rappresentare le istanze ed i bisogni della zona». Aggiunge Sicignano: «i residenti sanno che negli ultimi 4 anni siamo stati gli unici a scendere in piazza nei veicoli del centro antico, per raccogliere firme in favore del rilancio della zona. Lo abbiamo fatto per piazzetta Licerta, per piazza Caporivo, e per molte altre zone. Noi con il centro antico – conclude – abbiamo preso un impegno 4 anni fa, gli altri si fanno vedere solo sotto le elezioni per fare le solite promesse che non manterranno mai»

Lascia una risposta