Castellammare: pochi spazi elettorali, Bobbio vuole denunciare Vozza

153

“Concedo al sindaco Salvatore Vozza non più di 24 ore per assicurare spazi elettorali in regola e in numero adeguato alle liste presenti nella competizione elettorale, altrimenti potrei essere costretto a denunciare l’intera vicenda alla Procura della Repubblica, perché verifichi l’eventuale sussistenza degli estremi del delitto di abuso d’ufficio. Sto presentando, inoltre, una diffida nei confronti dell’Amministrazione comunale e in particolare della polizia municipale di Castellammare a prendere qualsiasi iniziativa in materia di campagna elettorale per le comunali, atteso che, in particolare, l’attuale comandante potrebbe trovarsi in grave conflitto d’interessi in quanto sembra che sua figlia sia candidata in una delle liste a sostegno di Vozza e che ci siano almeno altri tre casi di parenti o affini di componenti del corpo di polizia municipale nella sua stessa condizione”. Lo ha detto il candidato sindaco del centrodestra, a Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio. “Questa carenza di spazi elettorali, che sono poi gli unici dei quali noi ci serviamo, potrebbe apparire come finalizzata al raggiungimento di scopi personali, o a danneggiare gli avversari politici, visto che, appena un anno fa, lo stesso Vozza – da candidato al Parlamento europeo – inondò Castellammare di manifesti, tabelloni e materiale elettorale, senza curarsi, peraltro, neanche minimamente di rispettare gli spazi a sua disposizione”. “Nella giornata di oggi”, ha concluso Bobbio, “chiederò un incontro urgente con il Prefetto per discutere di questa gravissima anomalia nella vita democratica della nostra città”.

Lascia una risposta