Fincantieri, Bobbio: sindacati coprono fallimento di Vozza

205

“Non mi interessano i giochetti e il politichese di organizzazioni sindacali che, nella vicenda Fincantieri, stanno purtroppo dimostrando di essere appiattite sulla fallimentare linea del sindaco uscente Salvatore Vozza”. Lo ha detto il candidato sindaco del centrodestra a Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio. “Infatti, con l’apparente richiamo bipartisan a lasciare fuori dalla campagna elettorale la Fincantieri”, aggiunge, “tentano ancora una volta di coprire le inefficienze e le speculazioni del sindaco uscente. È chiaro, a questo punto, che anche le organizzazioni sindacali, dalle quali ci saremmo aspettati una nota di apprezzamento e non di critica strumentale per l’impegno profuso, dimostrano di avere molto di più a cuore la loro sopravvivenza politica invece della sorte dei lavoratori che, a parole, dicono di voler rappresentare”. Per Bobbio, “un fatto è certo ed è unico e incontestabile: sono passati mesi di inutili trattative, di finti incontri – come quello previsto per lo scorso 22 marzo, che non essendo mai stato fissato non è dunque saltato – e di infruttuose iniziative sindacali, che hanno allungato l’agonia dell’azienda e le difficoltà dei lavoratori in sofferenza a causa della mancanza di commesse”. “Un quadro desolante e allarmante che ha fatto sì che mi impegnassi, nel corso della mia campagna elettorale, per offrire una opportunità al comparto navalmeccanico cittadino, riuscendo a ottenere dal Governo non solo una robusta provvista finanziaria nel “Decreto incentivi” destinata al settore, ma anche la data per la costruzione dei due pattugliatori della Capitaneria di porto da parte del ministero delle Infrastrutture. Questi sono i fatti”, ha concluso Bobbio, “le chiacchiere stanno a zero”.

Lascia una risposta