Ottaviano: parla il segretario dei Giovani Democratici, Riccardo Compagnone

241

Da poche settimane si sono svolte le elezioni del rinnovo degli organi di presidenza del PD ottavianese. Nell’ottica giovanile, abbiamo incontrato Riccardo Compagnone, neoeletto segretario dei Giovani Democratici di Ottaviano.

Sei stato da poco eletto segretario dei ‘’Giovani Democratici’’ di Ottaviano. Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissato in questi anni di segretariato che ti attendono?

«L’obiettivo principale è quello di dare maggiore spazio ai giovani all’interno del partito. Questo è il nostro primo grande obiettivo, che in parte abbiamo già raggiunto, con l’elezione anche del segretario cittadino del PD, Domenico Caputo, da sempre attento ai giovani ed alla politica locale. Andremo ad influire sulla politica locale e non solo, attraverso manifestazioni ed eventi di promozione e sostegno a quelle che saranno le decisioni importanti per lo sviluppo delle nostre terre, mettendo in campo le nostre forze giovani, al servizio del territorio che amiamo. Bisogna creare un gruppo di giovani, che possa essere sul territorio, punto di riferimento per tutti i cittadini, per le varie associazioni, e sia un tramite e mezzo di sostegno per l’amministrazione comunale».

Una tua riflessione personale sulla questione del nucleare, che sta tanto a cuore al tuo partito.

«L’energia nucleare prima poteva essere un obiettivo. Ma ora, con l’avvento delle energie rinnovabili (fotovoltaico, eolico) penso che in Italia non sia necessario ricorrere al nucleare, avendo tante fonti di energie rinnovabili. Spendere i soldi, destinati al nucleare, per rimetterli in ricerca di nuove fonti di energia, possibilmente “pulite”. È in cantiere, con i Giovani Democratici, un’iniziativa proprio su questo tema, e per sensibilizzare i cittadini su quali possono essere le reali alternative al nucleare».

Cosa pensi dell’attuale situazione comunale, in questo clima di accuse personali, querele, lettere anonime, affissioni pubbliche?

«Bisogna fare il punto della situazione sui lavori pubblici. Dare ai cittadini le vere risposte, perché a volte passano notizie che non sono reali e si può dar spazio a pensare a cose che non sono vere, e sono questi fatti a scaturire malcontento da parte dei cittadini. Effettivamente, alcune arterie principali del traffico sono interessate da lavori, ma entro pochi mesi dovrebbe tutto tornare alla normalità».

Pasquale Annuziata

Condividi
PrecedenteA Roma “l’acqua pubblica” di Castellammare
SuccessivoPomigliano città della sostenibilità ambientale
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.

Lascia una risposta