Vozza: “Bobbio ha perso ogni decenza”

360

“Bobbio ha perso ogni decenza. Fa campagna elettorale nelle scuole elementari!”. Il sindaco Salvatore Vozza denuncia pubblicamente i comportamenti del candidato del centrodestra. “Mi è arrivata una segnalazione gravissima da parte della dirigente scolastica di Scanzano- dichiara il sindaco Vozza- Stamattina, intorno alle 11.00, il candidato Bobbio si è presentato nella scuola Salvati, accompagnato dalla candidata Scevola, da Paragallo, dal suo portavoce Bonifacio e da altri ed è entrato senza nessuna autorizzazione. La dirigente si trovava in un altro plesso e non appena è arrivata non li ha trovati più: se ne erano andati dopo aver scattato alcune foto”. “Bobbio ha perso la testa- sottolinea il sindaco- Si sente padrone della città, anche delle scuole elementari, dove crede di poter fare quello che gli pare. Non è così: un magistrato come lui dovrebbe sapere che le regole vanno rispettate tutte e sempre. Anche quelle del buon senso. Invece Bobbio strumentalizza persino i bambini che non votano pur di accaparrarsi un minimo di consenso. Nel centrodestra si sta assistendo a spettacoli davvero indecorosi come il volto della candidata al consiglio che accompagnava Bobbio stamattina che campeggia addirittura su uno scuolabus. Una scelta di pessimo gusto”. “Ma come fa uno che si candida a sindaco a non rispettare neanche i bambini? – dichiara Vozza- “La scorrettezza istituzionale di Bobbio è ormai sotto gli occhi di tutti”. “Già nei giorni scorsi Bobbio è entrato nelle scuole superiori della città, in compagnia di candidati al consiglio comunale, per chiedere voti ai ragazzi appena diciottenni. Non capisco a che titolo abbia potuto farlo, ma è certo che si tratta di un comportamento scorretto e irrispettoso della funzione della scuola”. “Gli studenti e gli insegnati vanno incontrari fuori dalla scuola in incontri organizzati in altri luoghi – continua il sindaco Vozza- Io ho fatto così perchè ritengo indispensabile rispettare i luoghi di lavoro e di formazione. Il candidato del centrodestra continua a dimostrare uno scarsissimo rigore istituzionale: prima dice che il Governo aiuterà Castellammare, su temi delicatissimi come quelli del lavoro e di Fincantieri, solo in virtù del colore politico dell’Amministrazione. Poi visita il Comune senza neanche annunciare la sua presenza al Direttore Generale dell’ente. Non lascia scampo neanche agli studenti e i bambini nelle loro classi”. “Gli sfugge che i ragazzi di Castellammare così come gli stabiesi non lo hanno visto in questi anni, nè quando era senatore nè da capo di gabinetto del Ministero della Gioventù” – conclude Vozza- “perchè non ha ha mai avuto interesse per la nostra città”.

Lascia una risposta