Pimonte: lite tra vicini, arrestati due fratelli

366

Due fratelli sono stati arrestati ieri a Pimonte per aver aggredito una vicina di casa. Il fatto è accaduto nella mattinata di ieri, proprio al centro del piccolo comune dei monti Lattari. Alfonso e Marco Donnarumma, due fratelli di 28 e 23 anni, già noti alle forze dell’ordine, si sono recati nell’appartamento di una vicina di casa 28enne. Dopo aver bussato alla porta, sono riusciti ad introdursi nell’abitazione con violenza, spingendo con forza la porta d’ingresso. I due, poi, hanno spinto la donna a terra, e l’hanno aggredita con calci e pugni. Le urla e i rumori hanno allertato il marito della 28enne e alcuni familiari, che si trovavano in un appartamento attiguo: intervenuti, sono riusciti a mettere in fuga i due fratelli Donnarumma, prima di chiamare i carabinieri. I militari dell’arma, giunti sul posto agli ordini del capitano Giuseppe Mazzullo e del tenente Andrea Minella, hanno immediatamente avviato le ricerche di due aggressori, scoperti pochi minuti dopo in una strada vicina al luogo dell’aggressione. Alfonso e Marco Donnarumma sono stati subito bloccati e dichiarati in arresto. Per loro le accuse sono di violazione di domicilio, lesioni, minacce, ingiuria e danneggiamento. I due sono in attesa di essere giudicati con rito direttissimo. Intanto, la donna è stata trasportata presso l’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, dove è stata medicata e giudicata guaribile in 10 giorni per contusioni al torace, alla cervicale e al ginocchio sinistro. Secondo quanto scoperto dalle forze dell’ordine, pare che l’aggressione sia dovuta a dissidi tra le due famiglie per motivi di vicinato. A quanto pare, tra i Donnarumma e la famiglia della 28enne, negli ultimi tempi era in corso un procedimento giudiziario per futili motivazioni, legate pressoché a questioni di vicinato. Dopo la causa, ecco l’aggressione alla 28enne.

Dario Sautto

Share

Lascia una risposta