Si presenta Gragnano Giovane: da lista civica ad associazione

365

Si è tenuta nella serata di mercoledì 31 marzo, nella biblioteca di Gragnano, la presentazione dell´associazione “Gragnano Giovane”. Nata su Facebook, durante le scorse elezioni amministrative gragnanesi, dove fu presente con una lista a sostegno del sindaco Patriarca, ora si è trasferita nel mondo associativo e si prefigge di rappresentare gli interessi di tutti i giovani gragnanesi, anche quelli che non hanno votato per il sindaco del Pdl. «Per definizione aggregazione – spiega Carmela Cuomo, presidente di Gragnano Giovane – vuol dire associazione ed è propri quello che Gragnano giovane si prefigge di fare, unire associare aggregare giovani che con la loro voglia e la forza delle loro idee vogliono diventare parte attiva della vita civile amministrativi della nostra città. Infatti il nostro gruppo si propone di ascoltare chiunque voglia farne parte, e proporsi concretamente e costruttivamente, nel massimo rispetto delle idea altrui». Presente all´evento anche il sindaco di Gragnano, Annarita Patriarca. «Questa associazione è nata alle scorse amministrative ad opera di tre ragazzi, i quali hanno rinunciato a propositi personalistici per creare un progetto più ampio. Non deve spaventare il fatto che “Gragnano giovane” fa politica, di ciò non bisogna vergognarsi. Anzi bisogna esserne orgogliosi». Ricco il parterre di ospiti intervenuti. In serata è arrivato, via email, anche il saluto del Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. «Tengo molto ad inviare a “Gragnano Giovane” il mio saluto. Sono veramente lieta che un gruppo di giovani abbia deciso di riunirsi in una associazione e condividere dei principi e delle idee da mettere a disposizione della comunità in cui vive». «Nella nostra nazione – aggiunge il Ministro – l´impegno politico ha una accezione negativa, certamente supportata da dati di fatto incontestabili di malversazioni operate da politici, ma spesso figlia di un qualunquismo diffuso. La politica non è “sporca” anzi è una attività molto nobile, sono alcuni uomini ad umiliarla con atteggiamenti disonesti. Io incoraggio e sostengo i giovani che hanno il desiderio di intraprendere un impegno politico».

Lascia una risposta