Il Napoli perde la testa e pure la partita, addio Champions

184

Il Napoli di Mazzarri, dopo essere passato in vantaggio contro il Parma, già al terzo minuto, si fa rimontare e battere dagli emiliani. Le colpe di questa sconfitta, però, sono da attribuire allo scarso arbitraggio, e a Quagliarella, croce e delizia di questa squadra, che segna il primo gol per gli azzurri e fornisce l’assist per il momentaneo pareggio di Hamsik. Il campione stabiese perde poi la testa e si fa espellere, così come Mazzarri, consentendo al Parma di fissare il punteggio su 3 a 2 espugnando il San Paolo. Al 3’ splendido gol di Quagliarella che devia di prima un cross di Lavezzi. Azione travolgente e azzurri avanti 1-0. Al 19’ ancora Lavezzi lanciato da Quagliarella entra in area e chiude di sinistro: Mirante c’è. Al 21′ sinistro di Aronica, fuori. Al 26′ destro di Gargano, blocca Mirante. Al 40′ grandissimo allungo di Lavezzi che taglia in due la difesa e serve Gargano a centro area, salva Valiani in spaccata. Al 41′ si vede il Parma con un diagonale di Bojinov, De Sanctis blocca. Al 44′ destro di rimbalzo di Hamsik e Mirante è attento. Napoli che chiude il primo tempo 1-0. Nel secondo il dominio continua. Gargano serve Hamsik al bacio, destro a botta sicura di Marek e Mirante per due volte salva il risultato. Al 3′ Zuniga ci prova al volo di sinistro: fuori. Napoli padrone del campo, poi al 18′ il break del Parma. Crespo, entrato per Bojinov, serve Antonelli in area per un comodo tap in. Napoli scosso. E Parma che passa ancora. Lucarelli di testa devia bene un cross da calcio d’angolo: 2-1. Gli azzurri rialzano la testa, grande orgoglio e grandissimo gol di Hamsik su sponda di Quagliarella: sinistro piazzato da vero campione, 2-2. Poi il fattaccio. Romeo non fischia un fallo da rigore su Quagliarella, l’attaccante azzurro protesta e viene espulso. Napoli che subisce il colpo ed il Parma colpisce quasi al 90’ con Jimenez, in una azione forse viziata da fallo di Crespo su Grava. Espulso a fine gara anche Mazzarri, che a fine gara afferma: «Partita decisa dall’arbitro sul terzo gol c’è fallo su Grava». Le ammonizioni inflitte a Cannavaro e Aronica, faranno sì che contro il Bari gli azzurri dovranno fare a meno, oltre che degli infortunati Denis e Maggio, anche di Aronica, Cannavaro e Quagliarella per squalifica, e si spera a questo punto nei veloci recuperi di Dossena e Santacroce. Il Napoli ha fallito il secondo match-point per la Champions League, ed a questo punto solo la sorte potrebbe mantenere gli azzurri al treno per l’Europa che conta. Ora l’obiettivo minimo è il piazzamento in Europa League, ma sarà dura viste le pretendenti Palermo, Sampdoria, Juventus, Fiorentina. E attenzione a Bari e Parma: a cinque giornate dalla fine può accadere ancora di tutto.

Cosimo Silva

Tabellino di Napoli vs Parma.

Napoli: De Sanctis, Grava (43′ st Hoffer), Cannavaro, Campagnaro, Zuniga, Gargano, Pazienza (28′ st Cigarini), Aronica (28′ st Bogliacino), Hamsik, Quagliarella, Lavezzi. A disp. Iezzo, Rinaudo, Rullo, Maiello. All. Mazzarri

Parma: Mirante, Zaccardo, Dellafiore, Lucarelli, Valiani, Antonelli, Galloppa (1′ st Castellini), Zenoni, Jimenez, Biabiany (37′ st Paci), Bojinov (1′ st Crespo). A disp. Pavarini, Lunardini, Dzemaili, Lanzafame. All. Guidolin

Arbitro:Romeo di Verona

Marcatori: 3′ pt Quagliarella (N), 18′ st Antonelli (P), 23′ st Lucarelli (P), 33′ st Hamsik (N), 42′ st Jimenez (P)

Note: ammoniti Lucarelli, Valiani, Biabiany, Dellafiore, Cannavaro, Aronica, Castellini. Espulsi al 41′ st Quagliarella per doppia ammonizione e il tecnico del Napoli Mazzarri.

Lascia una risposta