Una maestra sopra e dentro le righe

320

Leonilde Colamarino, è nata a Torre del Greco l’11 giugno del 1963 ed insegna nella scuola primaria dal 1992. Viene chiamata dai suoi alunni, con i quali lavora e trascorre gran parte del suo tempo, “la maestra delle storie”.
Storie che raccoglie dalle sue letture, storie che modifica e adatta per i suoi ascoltatori, storie che non legge ma quasi recita per catturare l’attenzione anche dei più restii.
I libri le sono sempre piaciuti, non perde occasione per farseli regalare e regalarli, ma accanto al piacere della lettura, pian piano ha preso mano la voglia di scrivere.
Ha iniziato a scrivere poesie e brevi racconti, ha partecipato a concorsi e corsi di scrittura per imparare e confrontarsi con altri scrittori. Ha pubblicato nel 2007 “Le storie di Ilde” – Editore Russo Nunzio; nel 2008 “www fantasilde” – Edizioni Creative.
Seguendo sempre la sua passione, dà alle stampe nel 2010 “L’aquilone rosa” – Edizioni Duemme, raccolta di storie per ragazzi nelle quali si ritrova nel linguaggio, nelle situazioni e nei dialoghi il suo carattere aperto e disponibile.
Ascoltare e capire gli altri, infondere fiducia nel prossimo, comunicare con i più piccoli sono le sue doti principali.
La presentazione di questo suo ultimo libro avverrà il 27 aprile 2010 alle ore 18:00, presso il Circolo Nautico di Torre del Greco.
Interverranno: il Dr. Velio Scarane, dirigente scolastico del 1°Circolo Didattico “Giulio Rodinò” di Ercolano; il Dr. Gennaro Imperatore, Garante per L’Infanzia della Regione Campania; il Dr. Josè Abilitato, Pedagogista e dirigente scolastico dell’8° Circolo di Torre del Greco; Anna Martorano, docente della scuola primaria, 1° Circolo Didattico di Torre del Greco.
A moderare l’incontro la giornalista Ramona Granato.
I complimenti e gli auguri di tutta la redazione del nostro giornale all’amica Ilde.

Giuseppina Cirillo

Share
Condividi
PrecedenteBoscoreale. Cocaina: due arresti nel Piano Napoli di Villa Regina
SuccessivoCastellammare: ancora arresti per furto di energia elettrica
avatar
Da sempre abituato a vivere con il Gazzettino vesuviano in casa, giornale fondato pochi anni dopo la sua nascita dal padre Pasquale Cirillo. Iscritto all'ordine dei giornalisti dal 1990, ricorda come suo primo articolo di politica un consiglio comunale di Boscotrecase, aveva 16 anni. Non sa perchè gli piace continuare a fare il giornalista, sa solo che gli piace, e alle passioni non si può che soccombere. "Il mestiere più bello del mondo".

Lascia una risposta