Santa Maria la Carità: incendio in una rivendita auto

222

È probabilmente di natura dolosa, l’incendio che si è sviluppato la scorsa notte in una rivendita di auto di Santa Maria la Carità, al confine con Gragnano. In via Cappella dei Bisi, nel parcheggio di “Barbato Auto”, è improvvisamente scattato l’allarme incendio intorno alle 4 del mattino. A chiamare i vigili del fuoco, i residenti della zona, allertati dal calore sprigionatosi dalle fiamme. I pompieri sono giunti immediatamente sul posto ed hanno spento l’incendio in alcune ore, con grosse difficoltà. Ad essere avvolti dalla fiamme, ben 4 furgoni, ed altrettanti autoveicoli, per danni che superano i 200 mila euro. Incendiata anche l’insegna della rivendita di veicoli nuovi ed usati. Sul posto, per condurre le indagini ed effettuare tutti i rilievi del caso, sono giunti i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, guidati dal capitano Giuseppe Mazzullo e dal tenente Andrea Minella. A quanto pare, dopo il primo sopralluogo, non sono stati trovati segni tangibili di un atto doloso che abbia scatenato l’incendio, anche se le indagini vanno in tal senso. Non è escluso, infatti, che si possa trattare di un atto intimidatorio verso i proprietari, anche da capire però di che natura. Le indagini proseguono a 360 gradi e non escludono nemmeno la pista del racket, anche se i proprietari della rivendita auto esclude di essere stato minacciato in passato. Episodi del genere, proprio nella zona di Madonna delle Grazie, si sono verificati in passato, quando un floricoltore, minacciato dal clan Esposito, denunciò i suoi estorsori e li costrinse al carcere.

Share

Lascia una risposta