Arrestato Roselli: affiliato agli Amato-Pagano, era latitante da un anno

440

Era latitante da un anno, ma questa mattina è stato arrestato. Il blitz alle ore 8 circa: gli agenti della Squadra Mobile di Napoli, con la collaborazione di personale della Squadra Mobile di Caserta, hanno arrestato Salvatore Roselli, 34enne napoletano, elemento di spicco del clan Amato-Pagano, in esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli il 30 marzo 2009. L’uomo è stato catturato a Sessa Aurunca (Ce), località Baia Azzurra, in un villa di Viale Giulia. I poliziotti, giunti sul posto in gran numero, sono entrati all’interno della villa mentre l’uomo, in compagnia della moglie, stava tranquillamente dormendo nella sua camera da letto. Nella villa, al momento dell’arresto, erano presenti anche i figli, la sorella ed i nipoti del latitante. Il provvedimento della magistratura partenopea contesta a Roselli i reati di associazione mafiosa ed associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. L’uomo, soprannominato “Frizione”, era latitante da oltre un anno e rivestiva un ruolo rilevate anche nel sottogruppo al clan Amato-Pagano, gestito da Enzo Notturno detto “Vector”. L’Ordinanza del 30 marzo, oltre Roselli, riguarda altre 103 persone di cui solo una decina sono ancora latitanti.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta