Casola: tutto sulla seconda seduta di Consiglio Comunale

0
95
Domenico Peccerillo

Consiglio Comunale mercoledì 23 giugno, convocato in seduta straordinaria nella sala consiliare casolese ubicata in piazza Crocifisso. Consiglio Comunale importante per tanti argomenti rilevanti, in particolare per la discussione e per l’approvazione del bilancio di previsione  anno 2010, della relazione previsionale e programmatica anni 2010/2012, del bilancio pluriennale 2010/2012, del piano triennale opere pubbliche 2010/2012, dell’elenco annuale anno 2010. Il sindaco Domenico Peccerillo, titolare della delega al Bilancio, ha sottolineato l’impegno della sua squadra che subito dopo la vittoria elettorale, ha dovuto da «cimentarsi nell’arduo e faticoso compito di redazione del Bilancio». «Un bilancio – ha proseguito il sindaco – tecnico non politico, dati i tempi stretti». Nella sua analisi ha evidenziato l’aspetto prudenziale adottato rispetto alle partite di entrata: in poche parole dimensionando il più possibile la certezza delle entrate. L’opposizione capitanata da Gentile, con più voci ha lamentato la mancanza di una visione organica del bilancio, in rapporto ai drastici bisogni del paese, con «tagli alla scuola, alle politiche sociali, alle manifestazioni culturali, sono stati presentati emendamenti tutti irricevibili, in rapporto specificatamente al regolamento». Per quanto concerne l’aumento Tarsu,  c’è stata  una condivisione sofferta  da parte dell’opposizione in rapporto ad aumenti dovuti, ed in questo quadro s’è inserito l’intervento del consigliere delegato alla pubblica istruzione, Pietro Martire il quale ha evidenziato che «in un passato recente la precedente amministrazione retta da Alfredo  Rosalba, con vice Pasquale Gentile, aveva trasmesso ai concittadini un falso messaggio. La differenziata, purtroppo, non ci permetterà di risparmiare soldi sulle bollette. Anzi, adesso ci ritroviamo con bollette lievitate in maniera abnorme ed esponenziale». Il sindaco Peccerillo ha poi replicato subito dopo ai rilievi dell’opposizione: «Per la Tarsu si tratta di aumenti dovuti, scelte ponderate, prese cercando di favorire le fasce meno abbienti. La scuola, punto nevralgico, è fondamentale per la politica di questa amministrazione, per questo sono stati stabiliti adeguati finanziamenti». Per quanto riguarda le politiche sociali confermata la somma precedente, senza cambi. a conclusione del consiglio comunale, il sindaco dichiara: «Con l’approvazione del bilancio di revisione abbiamo dotato l’ente  del fondamentale strumento politico-programmatico nonostante tante difficoltà siamo riusciti a centrare gli obiettivi cardine che ci eravamo prefissi». Intanto il consiglio comunale è terminato con l’approvazione della convenzione del Comune di Casola e il Comune  di Lettere per la certificazione di un unico servizio di segreteria comunale. Infine, approvata tra comune di casola e comune di lettere la gestione associata per l’espletamento del servizio di tesoreria, approvato ancora il regolamento dell’utilizzo parco comunale, piazze e verde pubblico e decoro. Infine, approvato il riconoscimento di debiti fuori bilanci per canoni di depurazione, derivazioni di sentenze precedenti.

Giovanni Cascone

Lascia una risposta