San Giorgio a Cremano, 19 i voti favorevoli: si ricompatta la maggioranza di centrosinistra.

0
69

Il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione 2010 al termine di una riunione fiume iniziata alle 19.30 di mercoledì sera e terminata solo alle 9 del mattino successivo. A votare favorevolmente al documento di programmazione economica dell’Ente al termine di una seduta notturna durata tredici ore, sono stati in 19. In maniera compatta hanno votato sì Partito Democratico, Italia dei Valori, Sinistra e Libertà, Partito Socialista, Verdi e quattro consiglieri indipendenti, due dei quali hanno dichiarato in aula di lasciare l’Api. Si ricompatta, così, la maggioranza del centrosinistra ed il sindaco Giorgiano guarda con fiducia agli ultimi due anni di mandato.“Andremo avanti contro il parere di corvi ed altri uccelli del malaugurio. – afferma il primo cittadino – Abbiamo messo un altro mattone per la costruzione del nostro programma, sintetizzato nelle ‘dieci priorità per una città che merita di più’. La maggioranza ha dimostrato, nel corso di tutta la nottata, una compattezza granitica ed una forte capacità di superare tutti gli sterili ostruzionismi messi in campo dalle opposizioni. Con il bilancio è stato approvato un importante stanziamento a favore dei lavori pubblici, grazie al quale potremo presto aprire nuovi cantieri per cambiare il volto di San Giorgio a Cremano. Grande attenzione è stata anche rivolta, tra l’altro, alle politiche sociali, all’igiene ambientale, alla sicurezza, al tema della trasparenza nei rapporti con i cittadini.”“E’ stata una seduta molto difficile da gestire. – racconta il presidente del Consiglio Comunale Ciro Sarno – Abbiamo, comunque, fatto fino in fondo il nostro dovere nei confronti  della città, approvando uno tra i bilanci più importanti degli ultimi anni e che ha tutte le potenzialità per incidere in positivo sulla vita quotidiana dei nostri cinquantamila concittadini.”Nelle prossime ore il sindaco Giorgiano lavorerà per coinvolgere tutti i partiti che compongono la maggioranza nel pieno rispetto dei nuovi equilibri politici. Ieri sera, intanto, si è dimesso l’assessore al Patrimonio Vincenzo Palumbo dopo il ritorno all’opposizione dell’MPA

Lascia una risposta