Due parcheggiatori abusivi arrestati: per fuggire prendono a morsi un agente

170

Gli agenti dell’ufficio prevenzione generale, coadiuvati dai poliziotti del commissariato Decumani, hanno arrestato Mario Pero e Mario De Rosa, entrambi napoletani rispettivamente di 48 e 38 anni per il reato di tentata estorsione aggravata, mentre De Rosa è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale  e lesioni personali dolose. I poliziotti, nella tarda serata di sabato, in via Medina nei pressi della Questura, sono stati avvicinati da una coppia di fidanzati a bordo di un’auto che denunciavano il tentativo di estorsione poco prima ricevuto da un parcheggiatore abusivo, posizionato tra piazza Municipio e via Medina. Gli agenti hanno accertato che la coppietta aveva parcheggiato l’auto e nel mentre scendevano dalla stessa si era avvicinato dal lato passeggero, dove era seduta la donna, Pero a cui la stessa era stata costretta a dare 1 euro. Pero ha continuato a tendere la mano verso la donna chiedendo il pagamento di 2 euro in quanto quello era il prezzo per parcheggiare, altrimenti avrebbero trovato al loro ritorno l’auto danneggiata. I due fidanzatini a questo punto sono risaliti in auto per raggiungere la Questura dove hanno poi contattato la volante. I poliziotti hanno raggiunto Piazza Municipio dove hanno notato due uomini, uno dei quali, Pero, indicato dalla vittima quale autore del tentativo di estorsione. Gli agenti hanno avvicinato i due per identificarli: De Rosa, alla vista dei poliziotti, ha avvicinato la vittima e davanti agli agenti lo ha minacciato di morte se avesse sporto denuncia nei confronti del suo amico. Gli agenti hanno bloccato Pero e lo hanno fatto salire a bordo dell’auto di servizio mentre De Rosa si è scagliato contro di loro tanto da richiedere l’intervento di altre pattuglie. Solo con il sopraggiungere di altri poliziotti e dopo che aveva  morso ad un avambraccio uno di loro e procurato contusioni multiple ad un altro, l’uomo si è arreso. I due sono stati arrestati. De Rosa era stato scarcerato lo scorso 11 giugno sempre il reato di estorsione. Oggi entrambi saranno giudicati per direttissima. I due poliziotti medicati ne avranno per 3 e 7 giorni.

«Piena solidarietà – dichiara il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – agli agenti presi a morsi da uno dei due parcheggiatori abusivi che avevano fermato vicino la sede della Questura a Via Medina. I parcheggiatori abusivi sono in forte aumento in città e si dividono tra pregiudicati, drogati, disperati. Sono tanti, arroganti, organizzati e spesso più pericolosi di un cani rabbioso. È ora di fronteggiarli in modo durissimo sia da parte delle forze dell’ ordine che dai cittadini».

Share

Lascia una risposta