Altro duro colpo inferto al clan Amato-Pagano: in manette anche Elio Amato, boss “in pectore”

575
Elio Amato

Dopo il recente arresto di Cesare Pagano, nella notte, gli agenti della Squadra Mobile di Napoli, hanno arrestato Elio Amato. Elio, fratello di Raffaele Amato e cognato di Cesare Pagano, inserito nell’elenco dei 100 ricercati più pericolosi, era ricercato perché responsabile del reato di associazione camorristica e traffico di stupefacenti. Il boss Elio Amato, 38 anni, dopo la cattura del fratello Raffaele e del cognato Cesare Pagano, avvenuta giovedì scorso, era destinato a diventare il capo del clan protagonista della faida di Scampia. Gli agenti della Mobile di Napoli lo hanno colto nel sonno alle 4,30 del mattino all’interno di un’abitazione di un condominio di Villaricca, al terzo piano dell’edificio. Alla vista dei poliziotti, una trentina quelli che hanno partecipato all’operazione della scorsa notte e che hanno circondato il palazzo, Amato non ha opposto resistenza consegnandosi agli agenti. Nel corso dell’operazione, i poliziotti hanno arrestato anche il nipote, Marco Liguori, di 25 anni, latitante e killer del clan Amato-Pagano. I due erano “difesi” da un imponente schieramento di telecamere tutte attorno allo stabile in cui si erano rifugiati, ma che non sono servite a nulla stanotte.

Marco Liguori
Share

Lascia una risposta