L’associazione sportiva “Olimpica Pompei” alla maratona dles dolomites 2010

166


La Maratona dles Dolomites è giunta quest’anno alla 24a edizione ed è considerata la regina delle Gran Fondo Ciclistiche internazionali. Si tratta di una sfida sportiva e personale molto faticosa e dura, la più attesa dell’anno.

Sedici il numero dei partecipanti dell’A.S.P. OLIMPICA POMPEI, del presidente Alessandro Cerciello, iscritti alla «Maratona dles Dolomites» del 4 luglio 2010, su un totale di 9271 selezionati tra le oltre 25.000 richieste di adesione arrivate all’organizzazione da 42 paesi, in tutto in mondo.

Gli atleti dell’Olimpica Pompei presenti al via, della famosissima Granfondo, che hanno onorato la Città di Pompei:

FUSCO Floriana,  GIRGENTI Vittorio, CAROTENUTO Mario, IZZO Gennaro, ANSANELLI Matteo, TRABUCCO Antonio, ESPOSITO Raffaele, COSTAGLIOLA Lorenzo, SCARICO Vincenzo, CASCIELLO Roberto, MASCOLO Salvatore, SICIGNANO Catello, PUGLIESE Ezio, AVELLINO Salvatore, CLEMENTE Giuseppe ed il presidente CERCIELLO Alessandro.

Partenza da La Villa, alle 6.30 e arrivo a Corvara, attraverso sette passi dolomitici, tutti chiusi al traffico per l’occasione: Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, Falzarego, Valparola e Giau.

I percorsi sono tre: lungo da 138 chilometri e 4190 metri di dislivello; medio da 106 km e 3090 metri di dislivello e Sellaronda da 55 km  e 1780 metri di dislivello.

I partecipanti italiani sono stati la maggioranza con 5.040 iscritti, seguiti da Germania e Paesi Bassi. C’erano anche ciclisti provenienti da Giappone, Australia, Cile, Russia, Sudafrica e Qatar.

Le donne al via sono state 735 e la tenace FUSCO Floriana completando i 138 km in 7 ore e 23 minuti ha ottenuto un brillantissimo 33° posto di categoria.  Ammirevoli sia il potente ESPOSITO Raffaele che concludendo i 106 km del percorso medio in 4 ore e 18 minuti ha conquistato il 19° posto di categoria, sia lo stambecco MASCOLO Salvatore che fermando il tempo del percorso lungo a 6 ore e 24 minuti  si è piazzato al 138° posto di categoria. Un encomiabile apprezzamento da tutta l’OLIMPICA POMPEI al veterano 70enne IZZO Gennaro che, benchè non al meglio della condizione in quanto proveniente da un lungo periodo di inattività a causa di un infortunio, è riuscito comunque a portare a termine il percorso dei 55 km.

Questa edizione è stata caratterizzata dalla grande affluenza di nomi noti dello sport in generale e di imprenditori e dirigenti, che amano le sfide toste.

La grande passione sportiva e ciclistica che si abbina a questo evento, ha messo in sella Rodolfo De Benedetti, James Murdoch, Vittorio Colao, Peter Thun, Paolo Garimberti, Antonio Marano, Gianfranco Comanducci, dj Linus, Mario Cipollini, Manfred Moelgg, Alessandro Pittin, Fabrizio Ravanelli, Yuri Chechi, Antonio Rossi, Cristian Zorzi, Pietro Piller Cottrer, Karen Putzer,

Massimiliano Lelli, Isolde Kostner, Rossano Galtarossa, Simone Raineri, Stefano Maniscalco,  Fausto Pinarello e molti altri.

Anche quest’anno le telecamere di Rai 3 hanno realizzato una lunga diretta.

La Maratona è un’emozione da vivere, perchè è indescrivibile pedalare sotto le cime dolomitiche con novemila compagni. Si fa fatica, ciascuno a modo suo. Il susseguirsi dei passi dolomitici (Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, e ancora Campolongo, Falzarego, Valparola, con l’aggiunta del Giau per i più arditi) ti taglia le gambe, le rende di gesso, ma la volontà è più forte e ti spinge al tuo traguardo, “breve”, “medio” o “lungo” che sia. Al termine vai di sicuro a controllare i risultati (i parziali e il finale ti vengono addirittura inviati in tempo reale via Sms) facendo confronti con la prestazione dell’anno precedente o con quella dei coetanei, ma l’aspetto agonistico, per la stragrande maggioranza dei partecipanti, poco conta di fronte alla soddisfazione di aver vissuto ancora una volta un’esperienza  sportiva e sociale così forte e profonda da poter essere ricordata fino alla prossima edizione da tutti noi e dai familiari che ci hanno accompagnato e sostenuti.-

Lascia una risposta