Il Napoli abbatte il Wolsfburg di Dzeko

160

La  serata inizia con la presentazione delle Maglie ufficiali per la stagione 2010/2011, che saranno in sequenza la maglia azzurra, la bianca e la blu. A seguire la presentazione dei singoli giocatori: grande esultanza dei tifosi al passaggio in passerella di Cannavaro, Hamsik, Quagliarella e Lavezzi. Infine il giro di campo coast to coast di Cavani accompagnato dal presidente De Laurentiis che infiamma la tifoseria partenopea. Nella prossima stagione Cavani indosserà la maglia numero 7, mentre il pocho Lavezzi la maglia numero 22, che nella smorfia napoletana è assimilata al “Pazzo”. Commovente il minuto di silenzio per le vittime di Afragola a causa del crollo di una palazzina dovuto al cattivo tempo dei giorni scorsi.

Ecco i numeri ufficiali di maglia per la stagione del Napoli 2010/2011: 26 De Sanctis, 1 Iezzo,  33 Gianello, 6 Aronica, 14 Campagnaro, 28 Cannavaro, 2 Grava, 77 Rinaudo, 84 Rullo, 13 Santacroce, 3 Vitale, 80 Blasi, 8 Dossena, 23 Gargano, 17 Hamsik, 11 Maggio, 5 Pazienza, 18 Zuniga, 7 Cavani, 22 Lavezzi, 91 Maiello, 27 Quagliarella.

Ma arriviamo a ciò che è stata la gara, un match carico di grinta e passione che ha entusiasmato i 40mila del San Paolo. Dopo un quarto d’ora il Pocho fa capire che a Napoli la scena è tutta sua. Prima un taglio meraviglioso per Zuniga (respinge Benaglio), poi numero e lancio per Dossena che crossa teso: salva un difensore tedesco. Partita bella e veloce nonostante l’abbrivio di preparazione. Al 38′ primo affondo del Wolfsburg: Mandzukic fa torre per Kahlenberg che cicca di sinistro. Poi passa il Napoli ed è un gran gol. Zuniga imbuca Dossena che entra in area da sinistra e disegna un pallonetto delizioso come un arcobaleno: 1-0. Primo gol dell’esterno azzurro, bene augurante per il “piccolo lord” inglese. Poi è ancora Pocho show. Lavezzi si beve 50 metri di campo, salta chiunque e chiude di destro alto. Un demonio inarrestabile. Finisce il primo tempo: 1-0. Nel secondo tempo pareggia subito il Wolfsburg. Dzeko cade in area tra Cannavaro e Grava. Fallo piuttosto dubbio. Rigore. Tira Dzeko, Iezzo la tocca, ma va dentro: 1-1. Ma il Napoli che vuole vincere e ripassa subito. Ancora Lavezzi, allunga in area su un pallone che avrebbe raggiunto solo lui e Il Pocho salta Benaglio che lo stende, ed è  Rigore. Hamsik ci mette mira e freddezza: 2-1. Finisce così, con l’ultima mezzora che passa tra sostituzioni e protagonismi della Baby Gang azzurra con i vari Ciano, Liccardo, Maiello e Insigne. Ma  l’euforia del San Paolo rimane invariata ed il Napoli assapora il gusto della vittoria ed il profumo di una stagione magica. Ecco le dichiarazioni di Mazzarri a fine gara “E’ stata una grande partita contro una grande squadra. Abbiamo mancato un po’ in brillantezza, ma cercheremo di perfezionarci nei prossimi incontri. Lavezzi è il più carico dal punto di vista della preparazione, gli altri devono ancora crescere, ma abbiamo fatto bene tutti. Dossena?Aveva solo bisogno di lavorare senza infortuni. Potrà solo migliorare. Lucarelli? Il presidente mi deve ringraziare perchè gli ho dato un’idea importante – mentre per Hamsik in mediana, se stanno tutti bene, si può giocare tranquillamente come stasera. Buona anche la prestazione di Zuniga nel tridente offensivo. Posizione di Cavani? Può giocare in qualsiasi ruolo offensivo.” Mentre il Presidente De Laurentiis annuncia un triangolare il 12 agosto con Palermo e Valencia “per un agosto già pieno di emozioni”ed a una domanda sul mercato risponde Altri colpi dopo Cavani? Diamo tempo al tempo ci saranno delle piacevoli sorprese.

Cosimo Silva


Tabellino del Match Napoli vs Wolsfburg 2-1

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis (1′ st Iezzo); Grava, Cannavaro (37′ st Rullo), Aronica (27′ st Vitale); Zuniga, Pazienza (42′ st Liccardo), Blasi (1’st Maggio), Dossena (17′ st Rinaudo), Hamsik (31′ st Maiello), Quagliarella (35′ st Insigne), Lavezzi (42′ st Ciano). All. Mazzarri.

Wolfsburg (4-4-2): Benaglio; Riether, Kjaer (31′ st Madlung), Barzagli, Schafer; Josuè (24′ st Hasebe), Cicero (31′ st Cigerci), Biany (1′ st Dejagah), Kahlenberg (25′ st Misimovic); Mandzukic (43′ st Johnson), Dzeko. All. Mac Claren

Marcatori: 41′ pt Dossena (N); 9′ st Dzeko (W) rigore; 16′ st Hamsik (N) rigore

Ammoniti:
Pazienza (N), Dejagah (W)

Arbitro:
Guida di Torre Annunziata

Share

Lascia una risposta