Usura ai danni di una commerciante: arrestati un torrese e due stabiesi

174

Prestano denaro con forti interessi ad una negoziante di Milano, ma non contenti lo costringono a tassi altissimi. In manette sono finite tre persone, una di Torre Annunziata e due di Castellammare di Stabia, tutte accusate in concorso di usura. Gli uomini della squadra mobile di Milano, diretti da Alessandro Giuliano, hanno tratto in arresto Raffaele Di Maio, 52enne di Torre Annunziata, pregiudicato per droga; Giuseppe Oliva, 53 anni di Castellammare di Stabia; e la sua convivente Luisa Corrao, 49 anni, alla quale sono stati concessi gli arresti domiciliari. La vittima di minacce ed estorsioni è una commerciante milanese, che è stata convinta da alcuni amici a denunciare i suoi usurai. All’inizio di giugno, dopo un prestito di 4mila euro, la donna era stata costretta dai suoi strozzini a restituire la cifra con interessi del 100% mensile. I tre le avevano prestato i 4 mila euro chiedendogli 4 assegni da 2 mila euro a titolo di garanzia. La negoziante, poi, gli ha restituito solo i 4mila euro iniziali ma dopo un mese i tre si sono presentati chiedendo 15mila euro e minacciando la donna di prendersi il suo negozio in caso di mancato pagamento. A quel punto sono subentrati alcuni amici che l’hanno spinta a denunciare il fatto.

Lascia una risposta