Sorrento, Stinga su sciopero Uritaxi

154

“La decisione dell’Uritaxi di confermare lo sciopero proclamato per il 24 agosto, nonostante il proficuo incontro del 17 agosto presso il Comune, giunge inattesa e inspiegabile”. Lo dichiara il vice sindaco di Sorrento con delega alla Mobilità e ai Trasporti, Giuseppe Stinga. “L’amministrazione comunale – sottolinea il vice sindaco – ha incontrato più volte l’Uritaxi e nell’ultima riunione ha persino riunito attorno allo stesso tavolo anche i rappresentanti delle strutture ricettive, dei ristoratori e degli operatori turistici.  Insieme era stato stabilito che sarebbero stati intensificati i controlli nel trasporto pubblico locale. Non capisco cosa possa essere cambiato in soli tre giorni. Con questa decisione l’Uritaxi dimostra poca gratitudine verso la nostra disponibilità al dialogo”.

“I tassisti – prosegue Stinga – lamentano un utilizzo improprio, da parte di talune strutture commerciali e ricettive, del servizio navetta per il trasferimento dei clienti. Come è stato spiegato all’Uritaxi, non sono ben chiari i criteri con i quali sia possibile destinare a tale scopo i veicoli dei privati. I pareri in merito sono contrastanti e sono necessari approfondimenti normativi. In ogni caso, un’amministrazione comunale non può indirizzare controlli verso una categoria per farne piacere ad un’altra. Se controlli devono essere fatti, devono riguardare l’intero settore del trasporto pubblico, ed è quello che il comando di polizia municipale sta facendo e continuerà a fare nei prossimi giorni. L’obiettivo da perseguire è unico e accomuna ciascuno dei soggetti coinvolti: garantire da parte di tutti il pieno rispetto delle regole”.

Share

Lascia una risposta