Castellammare: ingerisce per sbaglio acido muriatico, grave una donna

269

È in prognosi riservata in pericolo di vita, la donna di 80 anni che ieri mattina ha ingerito per sbaglio acido muriatico scambiandolo per acqua. L’anziana, residente a Castellammare di Stabia in un appartamento in cui viveva da sola, è stata trovata riversa sul pavimento dai figli che erano andati a trovarla ieri mattina, i quali hanno immediatamente allertato i soccorsi ed avvisato la polizia. Secondo una prima ricostruzione, pare che l’80enne fosse intenta nelle pulizie domestiche e avesse inserito  l’acido muriatico in una bottiglia molto simile a quella in cui aveva versato dell’acqua. Durante le faccende domestiche, poi, l’anziana si sarebbe distratta ed avrebbe ingerito per sbaglio l’acido, accusando un malore. Una volta intervenuti i figli, la donna è stata prima trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia poi, vista la situazione critica, i medici stabiesi hanno deciso per il trasferimento in una struttura meglio attrezzata per questo tipo di emergenze. La donna ora è ricoverata in prognosi riservata presso l’ospedale Cardarelli di Napoli, dove versa in gravi condizioni e in pericolo di vita. L’80enne, infatti, ha subito danni gravi all’apparato gastro-enterico ed è stata sottoposta ad immediate cure per scongiurare altri problemi. Intanto, sono partite le indagini per stabilire se si tratta di un semplice incidente domestico oppure di qualcos’altro. Gli agenti del commissariato stabiese, guidati dal primo dirigente Luigi Petrillo e dal vicequestore Stefania Grasso, si sono recati nell’abitazione della donna per effettuare tutti i rilievi del caso e successivamente in ospedale per ascoltare il racconto dei figli. Gli inquirenti propendono per una dimenticanza e, quindi, per un semplice incidente domestico del quale la donna è stata vittima.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta