La Turris spreca il doppio vantaggio: con la Casertana è pari

200

L’attesissimo big-match tra le due corazzate campane porta loro in dote un solo punto. Il bicchiere di champagne che al termine dei primi 45’ avevano tra le mani i tifosi corallini, diventa mezzo vuoto a fine gara e la festa si trasforma in una doccia fredda. Sopra di due reti nella prima parte di gara, infatti, gli uomini di patron Gaglione si lasciano rimontare nella ripresa. La gara, comunque, è da mandar giù tutta d’un fiato: si comincia col diagonale di Iovene dopo un solo giro di lancette, ma Di Matteo mette in angolo. Al 4’Russo viene anticipato di un nulla in piena area di rigore. La Turris domina letteralmente e al 28’ viene premiata: perla di Polverino su calcio di punizione. Dieci minuti più tardi i biancorossi bissano il vantaggio con Adaldo, che incorna su cross di Russo. Nella ripresa, però, il calcio spumeggiante dei padroni di casa si sfiata, anche se prima c’è ancora il tempo per impensierire i casertani: è Iovene a sfiorare il tris. Al 55’ comincia, invece, la gara dei falchetti ed è subito gol. Clamorosa palla persa dal centrocampo locale e Sarli è libero di sfondare centralmente per il 2-1. Qualche minuto dopo l’attaccante rossoblu potrebbe firmare la sua personale doppietta, decisivo l’intervento di Adaldo. Il solo Polverino prova ad interrompere il monologo avversario, ma è debole la sua conclusione. Così a 10’ dal termine la Casertana riesce nell’aggancio: Sarli serve Miale, il quale a tu per tu con Prete non fallisce. Tutti giù i bicchieri.

Di Nola spiega così l’inespettata rimonta subita dai suoi: “Nella prima parte di gara abbiamo spinto parecchio e a questo punto della stagione non siamo ancora pronti per reggere un ritmo elevato fino al 90’. Ciononostante questa partita deve essere anche un monito a tenere desta la concentrazione anche quando il risultato è dalla nostra, specie se di fronte c’è la Casertana. Domenica ad Eboli dobbiamo essere concentrati fino alla fine”. A tirare su di morale il suo mister ci pensa, però, Gaglione che a fine gara annuncia l’acquisto dell’esperto difensore Braca, l’anno scorso in forza alla Scafatese. Senza contare l’arrivo in settimana di De Rosa, centrocampista navigato proveniente dall’Avellino.

Michele Di Matteo

Share

Lascia una risposta