Nocera: stalking all’ex moglie sorrentina, condannato 32enne

196
L'avvocato Luigi Alfano

Ieri mattina dal tribunale di Nocera Inferiore è arrivata l’ennesima condanna per stalking, reato commesso ai danni di una 30enne di Sorrento. L’ex marito, 32 anni, è stato condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione, dopo aver vessato per anni la donna. I due si erano separati due anni fa, dopo l’ennesima lite violenta. Da quel momento sono iniziati gli episodi, quasi una “prassi” degli stalker: minacce telefoniche, sms, lettere. «Poi, la mia assistita – spiega il legale della donna, l’avvocato Luigi Alfano – ha dovuto subire addirittura una minaccia terribile. Il suo ex le ha scritto “se non torniamo insieme, ti tolgo i figli appendendoli come farebbe Bin Laden”, mandandola nel panico». Quindi, alla separazione sono seguite le denunce per stalking e per detenzione di droga: infatti il 32enne nascondeva spesso stupefacenti a casa e, in uno dei controlli domiciliari, le forze dell’ordine gli avevano sequestrato 20 grammi di cocaina, tenuti in un mobile accessibile anche ai due figli di 10 e 12 anni. «Abbiamo chiesto la decadenza della patria potestà – aggiunge l’avvocato Alfano – per il possesso di droga. Nel frattempo abbiamo incassato con fiducia questa condanna». La donna ha ricevuto anche un risarcimento danni parziale, che è stato tutto devoluto in beneficenza allo sportello anti-stalking gestito a Sorrento proprio dal suo legale, Luigi Alfano.

Share

Lascia una risposta