La Salernitana cade a Crema

123

Il finale dallo stadio “Giuseppe Voltini” di Crema è Pergocrema 2 Salernitana 0. Cadono a Crema gli uomini di Breda, e tornano a Salerno ricchi di una nuova esperienza, di una lezione che può servire per le prossime partite.

Tutto si è deciso nel secondo tempo quando i padroni di casa sono andati in vantaggio con Simeoni che seminando il panico nella difesa granata con una lunga serie di dribbling, si è trovato a tu per tu con Polito e non ha fallito l’occasione insaccando alle spalle del portiere salernitano. Iniziano subito i rammarichi dopo il goal di Simeoni, poiché nel primo tempo la Salernitana è andata spesso vicina al goal, tanto vicina da sbagliare anche un rigore con Fava. C’è tanto quindi da recriminare per i giocatori granata nel primo tempo.

Nella ripresa gli uomini di mister Breda sembrano entrare in campo demotivati e infatti, incassano il goal di Simeone, scuotersi solamente verso il 17’ del secondo tempo quando Pestrin costringe Russo, il portiere cremano, a una bella parata a terra su un tiro dalla lunga distanza. La Salernitana non riesce a pareggiare e ci si mette di mezzo anche il signor Boleno di Livorno che al 25’ del secondo tempo convalida un goal di Rodriguez viziato da un precedente fallo su Murulo che gli ha sbarrato il corridoio per arrivare alla conclusione.

Infuocate le proteste granata tanto che Peccarisi esagera e viene espulso. Strada in discesa per il Pergocrema che, citando il titolo del giornalino in distribuzione ieri allo stadio, “ci crede e conquista la vittoria”.

“E’ stato un successo meritato. – ha detto a fine partita l’allenatore del Pergocrema Maurizi – Le difficoltà iniziali sono dipese molto dagli avversari. Dal canto nostro abbiamo, comunque, commesso troppi errori negli appoggi, senza contare lo scarso numero di palloni recuperati. Nella ripresa siamo stati, invece, più coraggiosi, meno contratti”.

Mister Breda invece ha dichiarato: “Dobbiamo lavorare sugli errori di precisione commessi. Se non chiudi le partite poi la paghi. La gara di oggi ne è l’esempio dove, dopo una buona prestazione, usciamo senza aver raccolto niente. Fava l’ho tolto per evitare di subire una goleada”.

Delusi i 100 tifosi granata arrivati a Crema, anche se oramai si pensa già alla partita di domenica prossima, quando la Salernitana ospiterà il Pavia, e lo farà con un giocatore in più: l’attaccante Jaro Sedivec, classe 1981, arrivato con un contratto annuale, in forza l’anno scorso alla Triestina. L’attaccante era già presente ieri in tribuna a Crema e si è subito aggregato ai nuovi compagni.

Giuseppe Falanga

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta