Proteste antidiscarica: nuovi violenti scontri alla rotonda di Boscoreale

169

Le proteste antidiscarica hanno fatto registrare nuovi violenti scontri tra forze dell’ordine e i manifestanti. Diversi feriti tra i cittadini: una ragazza è stata colpita ad una gamba dal lancio dei lacrimogeni ad altezza d’uomo, ed è stata trasportata in ospedale. Cure mediche anche per un uomo colpito alla schiena dai proiettili di gomma.

Sarebbero sette le persone trattenute dalle forze dell’ordine per essere identificate. In questi minuti sembra che gli scontri si siano spostati a Terzigno, dove i manifestanti stanno cercando in ogni modo di fermare i camion dei rifiuti.

La tensione è salita sin dalle prime ore del presidio, cominciato alle ore 21 circa alla rotonda di Boscoreale. Qui si è concentrata l’attenzione delle forze dell’ordine, con oltre mille persone presenti nel tentativo di bloccare gli sversamenti degli autocompattatori provenienti da tutta la provincia  di Napoli alla “Cava Sari”.

Pare che improvvisamente siano cominciate le sassaiole verso le forze dell’ordine in assetto antisommossa, che hanno risposto con un lancio di lacrimogeni.

Gli scontri sono cominciati poco dopo le ore 23, e carabinieri e polizia sono riusciti a sfollare quasi completamente la piazza in circa un’ora.

Giuseppe Falanga

Share

Lascia una risposta