Salerno: al Museo della ceramica parte la VI Giornata del Contemporaneo

258

Il giorno 9 ottobre 2010  il Museo della Ceramica “Citta Creativa” di Ogliara (frazione di Salerno) aderisce alla “VI Giornata del Contemporaneo” indetto  dalla AMACI – Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani –  con il  progetto dei Free International Artists di Enzo Marino. Alle ore 18 sarà presentata una mostra di Arte contemporanea a cura di Laura Bruno,che vede esposte le opere di Giuseppe Carabetta, Concetta Carleo, Giorgio Della Monica e della stessa Laura Bruno. La direttrice del Museo, Gabriella Taddeo, illustrerà il fine dell’interessante iniziativa culturale e artistica. Interverranno il dirigente scolastico Concetta Carrozzo e la giornalista Alessandra Manca. Il tema della mostra è “TRATTO-RI-TRATTO” :e’ la proposta di quattro artisti salernitani che riesplorano attraverso il tratto personale la figura umana che rappresenta lo specchio delle implicazioni psicologiche, filosofiche ed estetiche di un corpo che spesso è  simbolo o segno di altro. Gli artisti partecipanti vantano un curriculum italiano e internazionale ricco di premi e riconoscimenti,tali da renderli rappresentativi di una realtà pittorica contemporanea. Numerose riviste specializzate e programmi Sky hanno dedicato attenzione alla loro produzione che li ha visti presenti in eventi nazionali prestigiosi e significativi.Laura Bruno è laureata in lettere moderne ad indirizzo artistico, ha frequentato la Scuola Libera del Nudo all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Selezionata e premiata in numerosi eventi in Italia e all’estero per la Pittura, per l’Incisione e la Scultura, ha partecipato a manifestazioni artistico- culturali internazionali a Montevideo, Santa Fè, San Paolo del Brasile,Santiago de Compostela, Stoccarda, Vienna, Praga. Ha esposto più volte a Parigi – anche al prestigioso Carrousel del Louvre-, a Praga ,Bruxelles, Cannes, Londra ,New York, All’Art Expò di Pechino e di Amsterdam. In Italia ha esposto a Roma, Assisi -Manifestazione per la Marcia della Pace con una Installazione-, Bari, Bologna,Capri -Museo Cerio-, Firenze, Genova, Milano,Napoli -Maschio Angioino e Castel dell’Ovo-, Nuoro, Palermo –Museo di Monreale,a cui ha donato un’opera-, Salerno, Torino -villa Gualino-, Viterbo. La sua pittura è  figurativa ma si colora di  connotati simbolici che coinvolgono il fruitore nella riflessione sociale e nell’introspezione psicologica. Giuseppe Carabetta ,pittore salernitano, laureato in giurisprudenza, trasmette nei suoi dipinti emozioni semplici e profonde, sempre intellegibili. Le sue opere rappresentano gli scorci più belli della sua terra, sono un omaggio all’immortale bellezza della Costiera Amalfitana e Cilentana. L’artista trasmette nei suoi lavori  la poesia nata nell’intimità della creazione e dal suo intimo rapporto con la natura. Apprezzato dalla critica, premiato in occasione di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, Giuseppe Carabetta ha esposto le sue opere in varie manifestazioni e città italiane.  Concetta Carleo è diplomata all’Istituto d’Arte e ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Napoli frequentando il corso alla Scuola Libera del Nudo. Ha  partecipato a numerose mostre –sia collettive che personali-,vincendo vari concorsi con opere che hanno riscosso i consensi della critica. La sua pittura è figurativa con una attenzione alla cura del particolare che manifesta la sua competenza tecnica. Nella sua scelta tematica si avverte la predilezione per il tema femminile che talora presenta spunti romantici e nostalgici. Ha esposto in varie città italiane, tra cui Assisi -Manifestazione per la Marcia della Pace con una Installazione- Genova, Firenze, Napoli – al Maschio Angioino e Castel dell’Ovo-, Nuoro, Palermo -Galleria Il Tempio-, Roma, Salerno ,Viterbo, ed all’estero a  Montecarlo, riscuotendo grande successo di critica e di pubblico. Giorgio Della Monica, allievo del Maestro Virginio Quarta, presenta nella sua pittura figurativa alcuni spunti metafisici che  a volte diventano preminenti. I suoi quadri  –con raffigurazioni di paesaggi,figure,maschere, nature morte – sono molto apprezzati dal pubblico e dalla critica che l’ha premiato con la massima onorificenza in più occasioni. Ha esposto in molte città italiane tra cui Salerno, Amalfi – Antichi Arsenali-, Assisi, Capri -Museo Cerio-, Torino -villa Gualino-, Milano, Bologna, Roma, Palermo -Museo di Monreale,a cui ha donato un’opera- , e  all’estero – Bruxelles, Cannes,  all’Art Expò di Pechino e a  quello di  Amsterdam, Santa Fé in Argentina. Ha ricevuto riconoscimenti  e segnalazioni in Italia e all’estero.

Share

Lascia una risposta