“Alle prossime elezioni da attori”

590
Secondo quanto si legge sul blog, “Per Vico e i suoi Casali è “un’associazione che si prefigge di perseguire un progressivo miglioramento delle condizioni di benessere socio, economico, politico e culturale della collettività”. Presente sul territorio da più di un anno, “Per Vico e i suoi Casali bacchetta il sindaco Gennaro Cinque e la sua giunta attraverso i manifesti che quasi ogni mese affigge ai muri della città. Gli argomenti di contestazione sono quelli per cui insorge anche l’opposizione “ufficiale”, e vanno dalla viabilità alla scuola, dal degrado ambientale alla gestione generale dei soldi pubblici. Non sono mai contestazioni a muso duro, quelle che fa “Per Vico e i suoi Casali”, piuttosto sono domande che gli associati rivolgono al sindaco per avere spiegazioni sul suo operato, operato che troppo spesso, a loro dire, crea situazioni di disagio per la collettività o addirittura danno economico. Michele Tatarelli, ex Comandante della PM di Vico Equense, esponente autorevolissimo dell’Associazione, ci tiene a sottolineare che, per il momento, “Per Vico e i suoi Casali” ha solo una funzione divulgativa dei problemi, ma non nega un possibile coinvolgimento politico in futuro.
Dott. Tatarelli, siete un’associa-zione già costituita con uno statuto e un presidente?
“Certo, siamo costituiti ed operiamo nel rispetto dello statuto.”
“Per Vico e i suoi Casali” si pone in maniera piuttosto critica nei confronti dell’amministrazione Cinque. Cos’è che non vi convince?
“Per la verità lo scopo principale che si e’ posto questa associazione e’ di fare informazione, avendo rilevato scarsa divulgazione delle reali condizioni in cui versa l’economia ed il territorio comunale.” Leggendo il blog emerge la vostra volontà di aumentare il benessere socio economico, politico e culturale della collettività. Dando un contributo attivo. Che tipo di contributo?
“Questo e’ il nostro contributo: coinvolgere il cittadino e renderlo parte attiva e determinante nella scelta di chi deve rappresentare il sistema civico in questa città.”
La vostra associazione sembra svincolata dai partiti politici. “La nostra associazione non solo sembra svincolata, ma è cosa diversa  dai partiti. Vuole essere un luogo comune per persone di buona volontà al di fuori degli schemi della politica partitica, dove ogni idea, potenzialità e competenza è coinvolta e messa a disposizione della collettività.”
Qualcuno ipotizza la possibilità che il vostro impegno si traduca in una lista civica alle prossime amministrative di Vico Equense. “Le ipotesi fatte da altri restano degli altri. Il nostro impegno non partitico e’ comunque politico e rivolto alla città. Il nostro intento è quello di contribuire da attori e non da spettatori. Vogliamo bene a Vico Equense ed ai suoi Casali e pretendiamo di poter sostenere il meglio che esprime questa terra alla quale siamo tanto grati. Sbagliare e’ umano, perseverare e’ diabolico.”
Il messaggio sembra chiaro. E interessante sarà vedere l’evolu-zione politica dell’associazione. Forse una nuova e dolorosa spina per il cuore di Gennaro Cinque.
Maria D’Ordi

Lascia una risposta