Castellammare, Aranciata Faito: cocaina nel casco, arrestate tre persone

367

Tre persone sono state arrestate ieri all’Aranciata Faito, periferia di Castellammare di Stabia, per spaccio di cocaina. In manette sono finiti marito e moglie, Marco Stigliano, 28 anni, e Teresa Sicignano, 23 anni, entrambi pregiudicati, e la giovanissima cugina incensurata Annunziata Esposito, appena 18enne. Durante un mirato servizio volto al contrasto dello spaccio di stupefacenti nella zona dell’Aranciata Faito, i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, guidati dal capitano Gennaro Cassese e dal tenente Fabio Ibba, hanno intercettato i due coniugi che, alla vista dei militari dell’arma, sono immediatamente fuggiti via, in sella ad uno scooter Honda SH, indossando vistosi caschi gialli. Una volante dei carabinieri li ha inseguiti fino a casa, dove c’era ad attenderli la 18enne, riuscendo a bloccarli. Durante la perquisizione, i carabinieri hanno scovato 30 dosi di cocaina già confezionate del peso complessivo di 8,5 grammi e dal valore di circa 500 euro. La droga era stata ben nascosta proprio all’interno dei caschi gialli che i due coniugi indossavano. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre i tre sono stati tutti dichiarati in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, reato commesso in concorso. Durante la perquisizione, sono stati trovati anche 500 euro in contanti, in banconote di piccolo e medio taglio, ritenuti provento della vendita di polvere bianca. Marco Stigliano ha trascorso la notte nelle celle di sicurezza in caserma, sua moglie Teresa Sicignano è stata condotta nel carcere femminile, mentre alla 18enne Annunziata Esposito sono stati concessi gli arresti domiciliari perché incinta. A coordinare le indagini c’è il pm Barbara Aprea, mentre il legale difensore scelto dai tre arrestati è l’avvocato Rosario Piombino del Foro di Napoli. i controlli dei carabinieri nei quartieri dello spaccio proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Share

Lascia una risposta