GMA Pozzuoli: pesante sconfitta a Como. Coach Palumbo preoccupato: “C’è un problema tecnico e fisico”

Pesante sconfitta esterna per la Gma Pozzuoli (82–55) che, nel palasport lombardo resiste solo 20’ (30–30) al cospetto della Pool Comense che, nella ripresa, mette la freccia (+9 al 29°, +13 al 30°). Soluzioni difensivi variabili per le due squadre nella prima metà del quarto inaugurale con le lombarde che trovano punti con Hicks (4), Vilipic (3), Harmon (2), le campane solo da Walker (4) e Dixon (2): 9–7 al 5°. Cresce il rendimento della difesa biancoblù che consente rapidi contropiedi all’ala statunitense che, con la sua cinquina, determina il 9–12 al 7°. All’uscita dal time out, Harmon accorcia le distanze (11–12), ma è solo un flebile segnale. Le viaggianti continuano a lavorare bene nelle due fasi di gioco toccando il +5 con Walker (12–17) prima di subire il nuovo canestro di Harmon (14–17 al 10°). Fantastico avvio di quarto delle ospiti che lavorano bene in difesa (2 recuperi ed altri rimbalzi), trovando, poi, sotto la plancia avversa l’immarcabile Walker: sestina personale per il +9 del 12° (14–23). Le nerostellate si sbloccano prima dalla lunetta (3/4) con Hicks che dopo 5’ trova la prima realizzazione dal parquet. Si ripete e trova assistenza anche dalle compagne per una rimonta che è lenta, ma costante e culmina nel pareggio a quota 30 firmato a 3” dal 20° da Harmon. Ruota le cestiste coach Palumbo, ma non trova il quintetto ottimale per migliorare le percentuali in netto calo (7 lunghezze in 8’). Il sorpasso si materializza in avvio di terza frazione con la cinquina di Donvito. Ora le padrone di casa segnano con più continuità (con Hicks e Vilipic) volando sul 39–32 al 24° costringendo alla sospensione il tecnico puteolano. I consigli sono preziosi perché alla ripresa ci sono due belle palle recuperate che innescano le transizioni veloci di Walker e Dixon (41–40 al 26°). E’, ora, l’allenatore comasco a ricorrere al minuto per riordinare le idee alle sue cestiste che, al rientro, ampliano nuovamente la forbice sfruttando la precisione dal campo e dalla lunetta (49–40 al 29°) e l’assenza contemporanea di Walker e Dixon tra le fila della Gma. Le lariane volano sul +13 (53–40) che Mihailova riesce solo a limare allo scadere (53–42 al 30°). Il frangente favorevole alle padrone di casa prosegue in apertura d’ultimo periodo con il vantaggio che tocca il +15 al 32° (57–42), quando coach Palumbo spende un nuovo time out, ma non basta. Le nerostellate giocano bene, in scioltezza e dilagano, in particolare con Fazio (10 punti solo in questo quarto) ed anche con alcuni canestri spettacolari: 67–47 al 35°. Con grande fatica Egnell, Grasso, Mihailova trovano qualche realizzazione, ma non basta per contenere il passivo (78–51 al 38°). C’è anche spazio per la standing ovation per Harmon (16 punti, 9 rimbalzi ed 1 assist). L’incontro finisce sull’82–55.

Lucida, netta, forte, impietosa come deve essere. Questa l’analisi di coach Fulvio Palumbo sulla sconfitta contro la Pool COmense. Si tratta del 4° stop consecutivo per  la Gma Pozzuoli, ma a preoccupare è la modalità della stessa. Dopo un primo tempo positivo anche se, con qualche segnale di crisi sul finire (7 punti in 8’), la squadra flegrea è progressivamente calata sino a crollare sotto i colpi delle avversarie. “Dal 41–40 del 26° è stata proprio una debacle (41–15 il break) – spiega ammette l’allenatore – Dopo l’uscita di Walker (per stanchezza – 24 punti, 17 rimbalzi, 3 palle recuperate in 38’) e Dixon (riacutizzarsi d’un problema ad un piede patito nello scrimmage infrasettimanale con Napoli) le altre giocatrici non hanno dato un contributo e senza di esso ci sono molte difficoltà. Il problema oltre che tecnico è fisico perché il calo è stato evidente contro le lariane così come nel test infrasettimanale (dopo 20’ alla pari, il cedimento). Anche in questa circostanza è coinciso con l’uscita del centro statunitense. E’ un campionato in cui c’è bisogno di carattere e forse noi ne abbiamo troppo poco. Forse anche la scelta di puntare su due play giovani non sta pagando dato il loro scarso rendimento e le sciocchezze che commettono nei momenti topici delle partite. C’è da lavorare. L’unica nota positiva che, quella in Lombardia, era la terza trasferta in 4 turni, ora né avremo 2 interni consecutivi con contendenti che dovrebbero essere alla nostra portata (in ordine cronologico Priolo e Lucca)”. Due match da cui servirà avere risposte da un roster che, contro le nerostellate, ha pagato tantissimo l’uscita dal campo definitiva di Dixon (13 punti, 2 assist ed altrettante palle recuperate) e nelle ultime due gare sta avendo meno da Egnell. “Non era ancora al meglio dopo i problemi avuti nella settimana pre Taranto – spiega il tecnico – Contro le pugliesi c’è l’attenuante d’affrontare una formazione molto forte, contro la Pool Comense per 20’ è stata a guardare, poi è venuta fuori quando l’incontro era già chiuso. Una questione di mentalità”.

POOL COMENSE – GMA POZZUOLI 82 – 55

POOL COMENSE: Pasqualin, Harmon 18, Hicks 20, Stabile 2, Fazio 12, Spreafico, Donvito 9, Vilipic 16, Zampella 5, Sowinski. All Barbiero

GMA POZZUOLI: Gonzalez, Dixon 13, Egnell 7, Grasso 3, Walker 24, Gatti 2, Benko , Mihailova 6, Minervino ne, Iannucci ne. All.: Palumbo

ARBITRI: Bartoli e Cherbaucich di Trieste

PARZIALI: 14–17, 30–30, 53–42.

USCITI PER FALLI: Grasso (GP), Spreafico (PC).

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteL’Internapoli viola il Solaro: l’Ercolano prepara la riscossa con l’Isola di Procida
SuccessivoDomenica il Centro Basket Torre Annunziata torna tra le mura amiche
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.