Pimonte, il sindaco Dattilo: “Risultati storici per il nostro Comune”

175

«Siamo pronti per annunciare altri risultati storici per il nostro Comune». Inizia così l’intervista al Sindaco Giuseppe Dattilo, che lascia intendere che qualche altra cosa di grosso si sta per realizzare. «Pimonte è un paese tranquillo e ospitale che non fa rumore, non esce nelle cronache e, mi permetto di dire, che è ideale per uno stile di vita sano e ordinato» fa notare il primo cittadino pimontese. Inoltre sembrano cambiare a piccoli passi le cose nel Comune: a detta del sindaco, un’ondata di positività e di buone prospettive sembrano attendere il piccolo centro dei Lattari, che  guardandosi indietro vede già realizzate alcune opere di grande importanza. «Innanzitutto – continua il Sindaco –  potremmo partire dal cimitero comunale dove, al fine dell’ordine, è stato attivato un parcheggio nello spazio adiacente, mentre all’interno tutto è stato reso uniforme e più ordinato per dare un segnale di uguaglianza e serenità, oppure dell’ex chiesa di Santa Maria di Costantinopoli che fino a poco tempo fa rovinava l’aspetto della piazza a causa del suo stato di decadenza oramai restaurato, e ancora della frazione Franche, dove stiamo puntando ora i nostri sforzi ed è stata ripristinata Via Santa Caterina che collega San Sebastiano alla strada provinciale e che presto sarà anche illuminata. Inoltre nel parco pubblico di via Oratorio, ora anche illuminato, vi è un servizio di ludoteca comunale che è attiva in determinati periodi dell’anno. Al di sotto è stato creato un garage nel quale sono stati assegnati 14 posti auto a cittadini di Pimonte. E ancora in via Apuzzo un appezzamento di terreno di 400 mq si è trasformato in una piacevole piazzetta dove c’è ora un parco giochi per bambini. Sotto gli occhi di tutti, dopo 35 anni, è partita la ristrutturazione da 2 milioni di euro della vecchia scuola elementare presso la chiesa di San Michele che continuerà anche con l’ammodernamento di tutto il piazzale antistante e con la creazione di una nuova piazza. Dunque il fulcro del centro del paese sarebbe idealmente spostato a 200 metri da quello attuale. Anche lo sport – prosegue Dattilo – ha goduto dei benefici di questa amministrazione: infatti gli spogliatoi sono nuovi ed una precisa e comoda divisione per tifoserie è stata fatta anche grazie alle indennità di carica di Sindaco e Assessori. A breve sarà indetta una gara per l’affidamento ad una società sportiva della gestione del complesso sportivo».

E a proposito della questione rifiuti, Dattilo risponde così: «Con la nostra amministrazione è partita la raccolta differenziata a Pimonte. Se ne parlava da anni ma nessuna amministrazione ci era ancora riuscita. Infatti proprio per questo motivo, e grazie alla collaborazione degli operatori, anche nelle piene emergenze rifiuti a Pimonte non si è visto nemmeno un sacchetto per strada. C’è stato un aumento del 20% sulla bolletta, ma in alcuni comuni gli aumenti medi sono stati del 70% circa. E ormai la cultura della differenziata a Pimonte  è fortemente radicata. I rinnovamenti non sono solo quelli estetici ma anche quelli burocratici e culturali – sottolinea il primo cittadino pimontese – infatti sono stati stilati tanti nuovi regolamenti che disciplinano la vita sociale del paese in merito allo svolgimento di feste comunali, creazione di associazioni e sponsorizzazioni di eventi». Il sindaco è anche titolare di un profilo su Facebook con cui è in contatto con i cittadini. E a proposito di internet dice: «È  stata portata a Pimonte la linea ADSL per internet veloce. Erano tante le richieste da parte di giovani e professionisti e ad  oggi abbiamo  raggiunto anche il potenziamento della linea con la possibilità di nuovi abbonamenti». Alla provocazione lanciata secondo cui ci sarebbero alcuni cittadini scontenti per le strisce blu in Piazza Roma il primo cittadino risponde: «Lo so, sono voci isolate, e dati i risultati della piazza libera da ingorghi e posti auto sempre disponibili per parcheggiare alle critiche non presto proprio ascolto. Talvolta alcune persone parlano a sproposito, come nel caso delle indagini sul terreno di Monnarosa oramai archiviate e per il quale non sussiste nessun reato. Intanto in piazza c’era chi gridava allo scandalo come si sta verificando oggi per la vendita dei beni comunali, ma sulla questione siamo super tranquilli di operare nella legalità e trasparenza». E conclude dicendo: «Credo che possiamo dire a testa alta che, come amministrazione, stiamo lavorando esclusivamente  per il bene di Pimonte, senza favoritismi o clientelismi: stiamo facendo di tutto per migliorarlo esteticamente e socialmente. Purtroppo è il nostro primo mandato elettorale ed è difficile fare tutto in 3 anni e poco più, ma sicuramente ci riusciremo nel futuro perché abbiamo seminato bene ed abbiamo ancora tanta voglia di fare molto per il nostro amato paese».

Annabella Somma

Share

Lascia una risposta