Calcio a 5: Gragnano indomabile, pareggio nel derby contro l’Isef

189

Bellissimo derby quello giocato a Gragnano nella serata della vigilia dell’Immacolata. Ricco di goal, di tensione, con uno espulso per parte, bella cornice di pubblico, e soprattutto ricco di emozioni, insomma davvero un grande spettacolo.

Alla fine un pareggio, ma che pareggio fra le parti che si contendevano con una gara che è stata in bilico fino all’ultimo secondo.

Parte a razzo il Renault Gragnano di mister Pierrotti, che dopo solo 3 minuti passa in vantaggio su una punizione ben congeniata dai gialloblè, con Daniel Viapiana a gonfiare la rete per la gioia dei gragnanesi. Al 6′ però è già pari, con Almir Rossa anch’egli su punizione ad infilare Somma. Ma è fulminate la risposta gialloblè che dopo soli 20″, con una azione da “manuale di calcio a 5″ fatta di una triangolazione ad alta velocità sui vertici Rafinha, Viapiana, Cuomo consente all’arcigno difensore di andare in rete per il nuovo vantaggio gragnanese. Ancora 20” ed ancora gol, stavolta per gli ospiti che con Fabbrini, complice un infortunio di Somma, raggiungono nuovamente il pari.

Sono letteralmente fuochi di artificio fra le due compagini con gol a ripetizione e azioni a ripetizione. E, della confusione pirotecnica, ne approfitta l’ISEF che prima con Villalba e poi con Salas si portano sul 4 a 2. Gara finita? Macchè. Ecco il cuore del Gragnano entrare in campo che si consente agli uomini di Pierrotti di catapultarsi in avanti alla ricerca della reazione, che arriva su calcio di rigore di Daniel Viapiana, concesso per fallo di mani sulla linea di porta di Villalba giustamente espulso.

Sul 3 a 4 per gli ospiti si conclude la prima frazione, bella ed emozionante, e dopo i ritmi altissimi del primo tempo di entrambe le squadre la ripresa inizia giustamente un po’ in sordina, ma con un predominio gragnanese che non conduce effetti di sorta. Al 36′ si riapre una nuova partita, l’ISEF sembra blindare il risultato con la nuova rete di Rossa, che infila i gragnanesi mentre stavano esercitando la tattica del portiere di “movimento”. Ma gli indomabili leoni di Gragnano non ci stanno e danno il tutto per tutto, continuando con il portiere di movimento (Machado), che consente a Rafinha al 36′, su assist di Faoro, di siglare la rete del 4 a 5 e di riaprire la gara.

Il palazzetto diventa una bolgia, con i tifosi che spingono i gialloblè, ma, Machado viene espulso per fallo da portiere, come ultimo uomo. Si gioca con un uomo in meno a 3′ 30″ dallo scadere, è finita?…No! Gli indomabili sono indomabili. Ed anche con un uomo in meno spingono per il pareggio, che arriva con un uomo in meno con una pennellata di Gabriele Cuomo su calcio di punizione!. Si! Gabriele Cuomo, dal piede non proprio fino, ma con un cuore da leone, che fa esplodere la tifoseria.

L’ISEF, subito il pari, ed approfittando ancora della superiorità numerica, spinge, ma non raccoglie quasi niente, grazie anche ad un Gerardo Amoruso, subentrato nel frattempo a Somma, che compie qualche intervento superlativo. Pari è patta, bello spettacolo e bel derby.

RENAULT AUTOMERCATO GRAGNANO – GRUPPO SPORTIVO ISEF 5-5 (p.t. 3-4)

RENAULT AUTOMERCATO GRAGNANO: Somma, Cuomo, Rafinha, Viapiana, Machado, Galasso, Serraglio, Buonocore, Faoro, Camera, Amendola, Amoruso All.: Pierrotti

GRUPPO SPORTIVO ISEF: Valdano, Rossa, Crema, Mantovani, V. Villalba, Iamunno, De Vivo, Fabbrini, Cavalli, R. Villalba, Aprile, Salas All.: Fuentes

MARCATORI: 2’48’’ Viapiana (G), 5’48’’ Rossa (I), 6’10’’ Cuomo (G), 6’31’’ Fabbrini (I), 9’39’’ R. Villalba (I), 15’57’’ Salas (I), 17’19’’ Viapiana(G) su rig. del p.t.; 16’ Rossa (I), 16’ Rafinha (G), 18’ Cuomo (G) del s.t.

ARBITRI: Flavio Zaccagnino (Roma 2), Ettore Iacobone (Roma 1). Voto 5

AMMONITI: Viapiana, Serraglio, Cuomo (G), Iamunno, Crema, Cavalli (I)

ESPULSI: R. Villalba (I), Machado (G)

SPETTATORI: circa 30

Share
Condividi
PrecedenteCastellammare, Natale 2010: il cartellone di spettacoli organizzati dall’Amministrazione comunale
SuccessivoWooland
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.

Lascia una risposta