Castellammare, falò dell’Immacolata. Coppola: “20mila persone in villa comunale”

154

“Due enormi falò sono stati accesi, ieri sera, sull’arenile, dai ragazzi provenienti da varie zone del centro antico che hanno voluto così dissociarsi da chi, nel loro stesso quartiere e in altre zone della città, ha inteso sabotare il Palio dei falò, disertando all’ultimo minuto la manifestazione e ingaggiando un assurdo braccio di ferro con le forze dell’ordine, non certo in ossequio a una tradizione ma soltanto per il folle gusto di sfidare lo Stato”.

Lo ha detto l’assessore comunale al Turismo di Castellammare di Stabia, Antonio Coppola.

“Il sabotaggio della manifestazione non è servito, comunque, a far fallire l’evento”, ha continuato Coppola, “tant’è che sull’arenile e lungo la villa comunale c’erano non meno di 20mila persone. La partecipazione degli stabiesi, il calore che si respirava ieri sera, vedere intere famiglie intrattenersi e passeggiare fino a notte inoltrata per la città sono scene di una intensità eccezionale che non si erano mai viste a Castellammare, scene che mi rendono orgoglioso di essere un cittadino stabiese. Finalmente, la città sta raccogliendo il messaggio di cambiamento che l’Amministrazione comunale, con in testa il sindaco, Luigi Bobbio, sta lanciando attraverso una inesorabile azione di ritorno alla normalità e ai valori della legalità. Lo stesso sindaco, d’altronde, si è intrattenuto, ieri sera, in villa comunale, insieme a consiglieri di maggioranza e minoranza e agli assessori per assistere allo spettacolo”. “Intendo, inoltre, ringraziare le forze dell’ordine, polizia, carabinieri e vigili urbani, che si sono preoccupati, attraverso un’eccezionale attività di controllo del territorio, di impedire che divampassero, come negli anni scorsi, falò illegali in tutta la città. Quest’anno, in molti quartieri cittadini, l’usanza criminale di incendiare la legna, con grave e ripetuto pericolo per la pubblica e privata incolumità, non si è verificato, e cito, ad esempio, Basilio Cecchi, via Surripa, via Galeno, viale delle Puglie; e laddove si è tentato di accenderli, il pronto intervento di vigili del fuoco e forze dell’ordine ha riportato tutto alla normalità”, ha aggiunto l’assessore.

“Un ulteriore ringraziamento va anche a tutte le associazioni cittadine di volontariato che hanno collaborato alla riuscita della nostra iniziativa: Protezione civile comunale, R.O.S.S., C.E.M.S., Pro Natura, Associazione Radioamatori. Il vero plauso che intendiamo rivolgere è però ai cittadini e ai comitati che hanno realizzato delle vere e proprie ‘opere lignee’ sulla spiaggia. Li ringrazio tutti perché hanno colto lo spirito dell’iniziativa di questa Amministrazione e l’opera di rilancio della tradizione, accorrendo in grande numero e senza lasciarsi condizionare da nessuno. Pertanto, visto il clamoroso successo di pubblico e di consenso ottenuti dalla manifestazione, sarà insediato nei prossimi giorni il Comitato Immacolata 2011 per far sì che tale evento assurga a vero e proprio appuntamento annuale, nel cartellone delle festività a Castellammare di Stabia”, ha concluso Coppola.

Lascia una risposta