Castellammare, falò dell’Immacolata: ecco le frasi minatorie

194

Scritte di minaccia sono state tracciate questa notte sui manifesti che l’amministrazione comunale del Comune di Castellammare di Stabia ha fatto affiggere davanti al Municipio in occasione della Festa dell’Immacolata. «Le armi stanno arrivando», «le bombe stanno arrivando», le scritte seguono le minacce di morte rivolte lunedì scorso da due  giovani all’assessore al turismo Antonio Coppola, al quale è stato detto che farà “la fine di Tommasino”, il consigliere comunale del Pd, ucciso dalla camorra il 3 febbraio 2009. Il sindaco Luigi Bobbio era stato già minacciato in estate, via email, da un operaio cassintegrato che fu poi denunciato.

Share

Lascia una risposta