Cavani all’ultimo respiro, il Napoli vola in Europa League

157

Il Napoli batte lo Steaua Bucarest per 1-0 e passa il turno di Europa League, unica italiana a riuscirci quest’anno. Il gol è stato messo a segno da Cavani al 94’ minuto, per il bomber azzurro sono 7 le reti messe a segno nel torneo europeo.

Esiste un solo risultato per onorare i 50 mila del San Paolo e per continuare a sognare l’Europa, ed è la vittoria. Infatti al 10′ Vitale lancia Hamsik che taglia per Cavani, il Matador davanti a Tatarusanu spara alto. Ma il Napoli ricomincia come un rullo compressore impazzito. Ed al 17′ sinistro di Hamsik che va fuori. Ancora al 26′ Campagnaro crossa per Yebda, torre per Zuniga che non ci arriva di un soffio. Poi al 34′ destro di volo di Pazienza e Tatarusanu blocca. Infine al 45′ primo tiro pericoloso dei rumeni con Geraldo che gira di testa in area eDe Sanctis blocca. Finisce il primo tempo tutti a bere un Tè Caldo, al San Paolo temperatura a 0°, e 0-0 in campo. Nel secondo tempo entra Sosa per Campagnaro ed il Napoli si lancia in avanti. E’ la partita della vita. Il San Paolo urla la carica. Al 7′ Hamsik lancia Cavani che stoppa di petto in area ed è bravissimo il portiere rumeno a salvare in uscita. Ancora al 12′ punizione di Sosa ed ancora Tatarusanu riesce a deviare.  Invece al 21′ ancora destro del Principito Sosa che va alto. Al 32′ cross di Zuniga per Cavani ma il Matador spara di testa fuori. Gli azzurri entrano in zona Napoli. Al 38′ progressione di Cavani lanciato da Pazienza: destro di Edinson che centra il palo. Poi al 40′ De Sanctis esce alla grande e rilancia l’assalto finale. Scatta il recupero, ovvero la zona Napoli. Ed al minuto 94 angolo di Hamsik e stacco in mischia di Cavani che con la nuca la mette alle spalle di Tatarusanu. Il Napoli segna il gol qualificazione esplode il San Paolo ed esplode un’intera città con esso. Unico neo l’espulsione di Cannavaro per doppia ammonizione, a risultato acquisito e tempo ormai scaduto.

La Mazzarri band ormai gioca come un’orchestra ed ha trovato in Cavani il soprano che spara gli acuti decisivi negli atti finali del proprio spettacolo espresso in campo. Il Napoli dopo venti anni ritorna tra le grandi di Europa, ora i sogni non sono più tali, la luce prende spazio e la realtà prende corpo, c’è un ciuccio che vola nei cieli dell’Europa League che si chiama Napoli.

Cosimo Silva

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta