Maratona da tavola

Durante le Feste siamo tentati tutti a mangiare di più, ma soprattutto a comprare di tutto purché nella nostra casa e sulla nostra tavola non manchi nulla per il Gran Cenone di Natale e quello di Capodanno. Sappiamo bene che, come succede del resto tutti gli anni, molto di quel cibo va a finire in pattumiera.
Ma ci siamo mai chiesto quanto cibo viene sprecato ogni anno in Italia? Più di 20.000.000 tonnellate di cibo buttate nella spazzatura. Una quantità tale che sarebbe in grado di sfamare un’intera nazione.
Nei cassonetti spesso buttiamo pane, pasta, frutta, verdura, uova scadute, biscotti secchi ecc, insomma tutto quanto si è acquistato e messo nel carrello e poi per tanti motivi si è dimenticato nel frigo o nella dispensa. Tutto il cibo prima menzionato e calcolato in tante tonnellate corrisponde ad una cifra pari a 4 miliardi di euro. E’ come se ciascuna famiglia ogni anno buttasse nella spazzatura quasi 600 euro, e non è poco, visto che ogni mese la stessa famiglia spende una media di 500 euro solo per la spesa alimentare, in sintesi è quasi come se un mese intero all’anno finisse nel cassonetto.
Un consiglio per aiutarci a sprecare di meno è guardare bene le scadenze.
Bisogna tener presente che esistono due tipologie di diciture, perciò pensiamo e scegliamo bene gli alimenti prima di buttarli.
“Da consumarsi entro” è per il cibo fresco ad alta deperibilità, come latte, formaggi freschi, pasta fresca. In questi casi è bene osservare la scadenza e non andare oltre la data indicata sulla confezione. Le leggi europee vietano la vendita di questi prodotti dopo la scadenza.
“Da consumarsi preferibilmente entro”, indica il termine minimo di conservazione entro il quale il prodotto non diventa dannoso, ma perde semplicemente le sue proprietà organolettiche. Quindi si può consumare anche qualche giorno dopo la data di scadenza, perché non nuocerà in alcun modo alla salute.
Per queste Festività quindi cerchiamo di essere più attenti alle spese. Il cibo è importante e costoso,per cui bisogna stare attenti e cercare di evitare gli sprechi.

Giuseppina Cirillo

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedentePortici, videosorveglianza al cimitero
SuccessivoErcolano festeggia la legalità
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.