Cava de Tirreni. Assegnazioni case. Il sindaco Galdi risponde alle accuse del Sunia

152

In risposta alla denuncia del segretario provinciale del Sunia, Liborio De Simone (su “la Città” del 5 gennaio 2010), che accusa l’Amministrazione di “prendere decisioni clientelari nell’attribuzione delle case”, il sindaco Marco Galdi dichiara:

<<Gli amici del Sunia mettono sotto accusa la decisione dell’Amministrazione di privilegiare, nell’assegnazione delle case, i terremotati storici, quelli cioè che da oltre trent’anni ormai vivono in baracche di lamiera. Devo dire che non c’è niente di irragionevole e di clientelare in questa scelta: c’è solo l’esigenza di fare giustizia. In ogni caso, ogni decisione relativa ai criteri per l’assegnazione delle case è stata assunta con provvedimenti di carattere generale, adottati all’unanimità del Consiglio comunale: mai nessuno dell’Amministrazione è intervenuto per favorire qualcuno>>.

Share

Lascia una risposta