Castellammare, Sicignano: “I consiglieri di maggioranza restituiscano le penne di 100 euro”

130

«Il senso di appartenenza alla nostra città non si dimostra con una penna del valore di cento euro e, pur rispettando le iniziative di tutti e senza alimentare polemiche di alcun tipo, invito i consiglieri comunali di maggioranza a restituire immediatamente l’oneroso regalo che grava sulle tasche dei cittadini» è quanto sostiene il consigliere comunale di opposizione Antonio Sicignano, leader del Cdl stabiese.

«Sia ben chiaro, io rispetto il parere di tutti, ma il bon ton istituzionale credo c’entri poco, in considerazione del fatto che i citati regali sono stati pagati con i soldi pubblici. E poi, mi chiedo se il bon ton istituzionale c’entra anche con il fatto che alcuni consiglieri comunali, tipo il sottoscritto, non sono stati nemmeno invitati al ritiro dei doni ed alla foto di rito con il sindaco. Di ciò, pertanto, sia ben chiaro, ne sono contento, considerato che, se faccio parte del club degli indesiderati a chi governa, vuol dire allora che la mia opera di opposizione è efficace e sempre coerente».

«Quanto alla penna io non l’ho proprio ritirata e ritengo che chi abbia fatto così si trovi nel giusto. E, pur rispettando le iniziative di tutti e senza alimentare polemiche,  invito i consiglieri comunali di maggioranza a restituire immediatamente l’oneroso regalo che grava sulle tasche dei cittadini».

«A questo punto il sindaco poi – conclude – ha il dovere rendere pubblici, anche al fine di sminuire questa polemica, tutti i nominativi dei destinatari delle 57 penne, di cui 4 di valore maggiorato, delle 10 confezioni regalo Sal De Riso e di 50 panettoni Tre Marie. Anche perché i dipendenti comunali sono 700 e non 50».

Share

Lascia una risposta