L’incapacità della Oplonti Multiservizi fa scattare l’aumento del 15%

329

La lunga scia di polemiche riguardanti la tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU) del comune di Torre Annunziata continua a coinvolgere enti e singoli cittadini.
 In relazione alle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa dall’assessore Ascione, il segretario cittadino dell’MPA, Aniello Melillo, ha reso noto: “Ancora una volta l’inefficiente macchina comunale e della Oplonti Multiservizi ha fatto sì che l’incapa-cità dei propri dirigenti e amministratori, pagati profumatamente dai noi cittadini, non abbiano raggiunto obiettivi tali da far calare il costo della tassa sui rifiuti, come promesso dal primo cittadino. Le istituzioni sono solo riuscite a salvarsi dal commissariamento raggiungendo il minimo consentito dalla legge, non toccando però, una percentuale tale da non far scattare l’aumento del 15%.
L’assessore seraficamente dichiara che tale aumento sarà compensato con gli introiti futuri dati dall’aumento delle percentuali di racconta differenziata.- Quindi il segretario Melillo ha aggiunto: “Se è vero quanto affermato, è anche vero che i benefici che avremmo dovuto avere son stati letteralmente annullati da tale inefficienza.
Pertanto l’MPA chiede al primo cittadino quantomeno di prendere provvedimenti nei confronti dei responsabili di tale inadempienza?
Cosa è stato fatto per ridurre l’evasione sulla T.A.R.S.U.?
Quale è la sua percentuale di evasione? Cosa intende fare per il futuro? Come al solito, tutto ciò ricade sulle spalle degli onesti contribuenti, i quali oltre a essere danneggiati sono come sempre anche beffati.”
                                                                                                               Gioacchino Iuzzino

Lascia una risposta